Copertina MacWin integration MACINTOSH WINDOWS INTEGRATION
Integrating your Macintosh with Windows 95/98 and Windows NT environments.
Autore : John Rizzo.
Casa editrice :
Morgan Kaufmann Academic Press.
Data di pubblicazione : 1999.
Pagine : 596.
ISBN : 0-12-589325-6
Prezzo : 44.95 $.
Sito Web :
www.MacWindows.com
Allegati : CD di materiale dimostrativo e programmi freeware.
Note : il volume è disponibile soltanto in lingua inglese-americana.

Il mondo là fuori è una giungla...
Il mondo informatico, intendo...
Troppo spesso l'ignaro utente Apple si trova a dovere risolvere un dilemma inquietante: come riuscire a far convivere ed interagire il proprio Macintosh all'interno di un ambiente basato quasi esclusivamente su macchine Windows 95/98 ed NT. Non è certo più un mistero per nessuno che la nostra sia l'età delle reti, dei grandi network locali o mondiali.
E come riuscire a operare in completa tranquillità con i nostri Mac all'interno di strutture realizzate al 90% da computer Windows? E quando il sistema centralizzato fa uso di un server equipaggiato con Unix, il povero utente Macintosh cosa può fare? A danno della nostra comunità è venuta a mancare, per un tempo decisamente lungo, una fonte unitaria, un insieme organizzato di tutte quelle informazioni che risultano assolutamente necessarie per riuscire a fare convivere e funzionare ambienti così diversi, sia nella filosofia che nelle risorse. Una fonte di informazioni tecniche che risulti essere sempre sufficientemente aggiornata, alla luce delle veloci e continue trasformazioni che si susseguono nel mondo del MacOS e di Windows.

Questi due sistemi operativi hanno raggiunto un livello di sviluppo tanto avanzato da apparire agli occhi di chi li osserva piuttosto simili, ma se ci spingiamo al di la del semplice aspetto esteriore le fondamenta su cui si appoggiano essi risultano completamente differenti. L'utente Mac si ritrova così a cercare una guida, un punto di riferimento capace di raccogliere le principali differenze tra i vari sistemi, di illustrare i possibili punti di contatto, le scorciatoie ed i trucchi, i prodotti hardware e software assolutamente necessari per potere assicurare una tranquilla navigazione nel mare immenso dell'integrazione fra le piattaforme.

Oggi le cose sono finalmente cambiate; si è finalmente reso disponibile MACINTOSH WINDOWS INTEGRATION , scritto da John Rizzo, un volume che si può tranquillamente considerare come la guida più autorevole ed aggiornata sull'argomento dell'integrazione inter piattaforma. L'autore, è il responsabile di MacWindows.com, il più grande ed il più famoso sito al mondo, che si occupa di fornire informazioni sull'integrazione dei sistemi operativi Mac e Windows e dei problemi a cui gli utenti vanno in contro durante la sua realizzazione. Lo scrittore, oltre che un grande esperto di entrambi i sistemi, è l'autore di numerosi articoli sull'integrazione di MacOS e Windows NT apparsi sulle riviste di settori americane.
Ha pure scritto numerosi libri sul MacOS, su Windows e sul Networking.

Cosa possiamo trovare all'interno del corposo volume? Cerchiamo di dare una breve descrizione dei contenuti del libro.
L'opera si propone di ristabilire la calma nella lotta tra i due sistemi, dimostrando che una coesistenza pacifica rappresenta un obiettivo facilmente raggiungibile. In questo modo i singoli utenti, gli amministratori di sistema, le grandi aziende potranno beneficiare delle numerose possibilità che le due piattaforma mettono loro a disposizione, sfruttando i punti di forza di entrambe e giungendo ad una reale e stabile integrazione fra i sistemi.
Partendo dalla semplice gestione dei differenti formati nativi fra i due ambienti si arriva, piuttosto agevolmente, all'integrazione di postazioni Macintosh all'interno di reti Windows NT, alla condivisioni di stampanti, all'emulazione del sistema operativo Windows sui nostri Macintosh utilizzando soluzioni sia hardware che software.
Elemento molto importante, il volume esplora *tutti* gli aspetti dell'integrazione tra le piattaforme utilizzate, analizzando i vari problemi nello stesso modo in cui questi si possono presentare in situazioni reali. Il libro, oltre che fornire innumerevoli informazioni, trucchi e consigli che ci arrivano di prima mano direttamente dall'esperienza dell'autore, passa in rassegna un corposo insieme di prodotti hardware e software capaci di assicurare una veloce ed indolore inter connessione tra i vari elaboratori.
Il tutto sempre tenendo gli occhi bene aperti sulle effettive necessità degli utenti, sui limiti delle varie soluzioni, sulle possibilità che sono date dai vari prodotti. Il libro si fa subito apprezzare per l'assenza di una qualsiasi partigianeria da parte dell'autore. Entrambe le piattaforme hanno pregi e difetti, particolari capacità e vistosi limiti. Il successo del libro consiste nel cercare di legare le varie piattaforme, nel tentativo di superare i loro limiti intrinseci ed ottenere da entrambe il massimo a cui si possa aspirare.

MACINTOSH WINDOWS INTEGRATION è strutturato in 5 sezioni:

1. Integration Basis: in questa sezione vengono tracciate le basi e la filosofia necessaria per definire in che modo procedere all'integrazione dei vari sistemi. La sezione si può considerare più propedeutica che tecnica e serve più come punto di partenza per la pianificazione delle varie azioni che si svilupperanno nei capitoli delle successive quattro sezioni...
2. Exchanging Files: partiamo dai fondamentali: il formato dei file sulle varie piattaforme. Come spostare i dati e come premettere ai vari sistemi operativi di "comprendere" i formati alieni. Su quali supporti possiamo contare? Quali metodologie sono necessarie? Che strumenti posso utilizzare ed a che prezzo?
Coloro che possiedono un Personal Computer e per lavoro o per divertimento lo affiancano al proprio Mac riconosceranno molti dei problemi con cui sono costretti a convivere giorno per giorno.
3. Cross-platform Networking Infrastructure: a questo punto si può iniziare a toccare con mano la bontà di questo volume. Si parla di reti e di come le varie piattaforme possono entrare a fare parte di una o più rete, Internet compresa. La descrizione delle varie metodologie prosegue pari passo, permettendo al di comprendere le differenze di approccio delle due piattaforme al problema di collegamento ad un network. Il tutto descritto passo a passo e correlato di numerosi trucchi e consigli per migliorare le performance del sistema o risolvere piccoli problemi che si potrebbero incontrare sulla strada.
4. Macintosh and Windows NT and Other Service: questo è l'osso più duro dell'intero volume. l'integrazione di un sistema Macintosh all'interno di una rete NT non è tra le cose più semplici, grazie anche ad un servizio decisamente debole fornito dallo stesso Windows NT! L'autore fa del suo meglio per fornirci consigli preziosi per coronare la nostra impresa con successo... E non esiste soltanto NT! Mai sentito parlare di Unix?...
5. Using Foreign Operating System: ultima possibilità per gli utenti Mac è quella di ospitare l'intero Windows all'interno dei loro sistemi, grazie ai programmi di emulazione ed alle schede di espansioni hardware... ma quale soluzione scegliere? Ne vale realmente la pena? Quali i pro ed i contro?

A questo punto si rende necessario mettere in chiaro alcune cose.
Riassumiamo i punti di forza principali del volume:

- Prima di questa pubblicazione, non si era mai resa disponibile una tale raccolta di informazioni e soluzioni per l'integrazione fra le varie piattaforme, ne attraverso la Rete, ne sotto forma di un libro.
- All'interno del volume l'autore ha fornito chiari riferimenti alle pagine del suo sito; in questo modo, anche a distanza di tempo il lettore può aggiornare le informazioni che trova nell'opera attraverso la visita delle varie sezioni del sito web.
- La stretta collaborazione con i frequentatori del sito MacWindows.com ha permesso all'autore di fornire nel volume un notevole numero di soluzioni pratiche a tutti quei problemi che i lettori necessitano di risolvere.
- La presenza di un CD ibrido permette di testare con le versione demo dei programmi descritti nel volume (sia per Mac che per Win) le possibili soluzioni fornite dall'autore.

Tutto bene? Il volume rappresenta la soluzione a tutti i nostri problemi di utenti Mac? Leggendo il libro non avremo più problemi di integrazione con l'altra "metà del cielo informatico"?
Non è così semplice. Lasciate che vi illustri le debolezze ( se posso chiamarle così) di quest'opera:

-Il libro è disponibile soltanto in lingua inglese. Ciò significa che per poterlo comprendere talvolta è necessaria una sufficiente conoscenza dell'inglese/americano (tenete vicino un buon dizionario, se non siete molto ferrati nella lingua).
-Purtroppo, per le nostre tasche soprattutto, per ottenere il volume è necessario rivolgersi ad una buona libreria internazionale, oppure cercarlo direttamente negli Stati Uniti attraverso il sito dell'editore(o di altri negozi di libri).
-Il volume va pagato in dollari, cosa che fa lievitare il prezzo ad una cifra decisamente impegnativa...
-Il volume non è omogeneo. Se non avete la necessità di inserire il vostro Mac all'interno di un sistema NT, oppure non avete intenzione di acquistare un emulatore o ancora non vi serve collegare la vostra macchina con un altro Personal Computer nella vostra casa, gran parte della forza di questo volume finirà per essere sprecata.

Diciamo che solo le prime tre sezioni (220 pagine circa) sono fruibili dall'utente singolo. Il resto è dedicato ad utenti speciali oppure ad amministratori di sistema che debbono lavorare in un ambiente multi piattaforma.

Ultima cosa, ma non per questo meno importante: non considerate questo libro come uno di quei volumi che ciascuno di noi può lasciare sul proprio comodino! Non si deve considerare MACINTOSH WINDOWS INTEGRATION come una di quelle pubblicazioni che si leggono sequenzialmente, tutto in un fiato. Ben presto la notevole mole di notizie tecniche e l'impegno necessario per "elaborarle" finirebbero per scoraggiarvi ed impedirvi di completare la lettura di quest'opera...
Dovete allora rinunciare alla lettura di questo libro? Non ho detto questo.
Vorrei soltanto che fosse ben chiaro che, per la sua stessa struttura e profondità, l'opera è destinata ad un ben preciso "target" di pubblico. Questo non significa che, se siete realmente interessati, la sua lettura non vi possa interessare e pure essere d'aiuto. Dopo averla letta posso soltanto dire che l'argomento ed il modo in cui è stato trattato mi ha decisamente colpito, dimostrando che la nostra piattaforma è meno "sola" ed "isolata" di quanto la gente possa pensare.

Se decidete di acquistare MACINTOSH WINDOWS INTEGRATION posso dirvi solo una cosa: buona lettura...

Bao.

 


 


- 17/01/00