POWERBOOK Serie 2000 (Pismo)
Configurazione 400 e 500 MHz

Tutto quello che non vi hanno detto finora!
di Jurij Gianluca Ricotti

 

Come accade ormai ogni anno, aspettiamo ansiosi la nascita dei nuovi modelli di Mac sia in versione Desktop che PowerBook. Così anche quest'anno la Apple ci ha regalato il fior fiore delle tecnologie, infatti con l'introduzione dei nuovissimi G4 ecco arrivare anche i nuovi e sfavillanti modelli di PowerBook, oltre al consueto aggiornamento del sistema operativo oramai giunto alla versione 9.0.4.
In questa occasione ci occuperemo di spulciare a fondo i nuovi modelli di PB 400 MHz e 500 MHz nome in codice Pismo. Confronteremo innanzitutto le innovazioni e le modifiche, come vedremo non sempre adeguate, nei confronti dei modelli dello scorso anno nome in codice Lombard.

Come ormai abbiamo potuto appurare dalle molte recensioni apparse su tutti i mensili che si occupano di mele e gli svariati siti Internet, le caratteristiche dei nuovi modelli di PB sembrano scoraggiare l'acquisto di modelli precedenti (dal mercato dell'usato) nonché la costrizione verso tecnologie ancora in fase di sviluppo come il FireWire. I modelli presentati sono di tre diverse caratteristiche e suddivisi, chiaramente, su tre diverse fasce di prezzo:

Tutti i modelli hanno quindi il DVD 6x di serie e 1Mb di Cache on Board, la capacità massima di RAM arriva fino a 512Mb anche se esistono SIM da 512Mb ciascuna che li fanno arrivare al Gb di RAM. La scheda grafica è una ATI Rage Mobility 128 con AGP 2x e 8Mb di VideoRam per l'accelerazione grafica 2D e 3D. Inoltre il bus della scheda madre passa da 66 MHz a 100 MHz che migliora la performance generale non di poco. La risoluzione grafica massima è di 1024x768 ma si possono utilizzare anche le risoluzioni intermedie 640x480 e 800x600. Tutte e tre le risoluzioni lavorano a milioni di colori. L'alimentatore è diverso dai modelli precedenti e rimane in linea con quello presente sugli iBook, quindi tondo a mo' di JoJo; anche le altre parti come l'adattatore VGA e il cavo per il modem assumono sembianze trasparenti.

Come si può notare già dalle specifiche manca la porta SCSI a favore dello ormai velocissime porte FireWire (2 di serie). Troviamo inoltre 2 porte USB, un solo slot PCMCIA e l'alloggiamento per la tecnologia AirPort all'interno della macchina. La porta Ethernet è onnipresente come gli ingressi e uscite audio, la porta modem, la porta infrarossi, l'Svideo Out, e la VGA.

L'interno del PowerBook 2000 di Jurij:
si possono notare i vari componenti
disclocati sotto la tastiera, una volta sollevata.

Cliccka sull'immagine per ingrandirla

 

USB-FireWire-SCSI

Con l'introduzione delle porte USB, come già accadde per il Lombard, le porte seriali sono scomparse dai mac, mentre con l'introduzione di quelle FireWire sparisce la solita vecchia SCSI. Questo chiaramente decreta anche la fine di tutte quelle belle periferiche ci siamo comprati durante gli anni e ci costringe, come il sistema consumistico insegna, a cambiare tutto di nuovo per appoggiare i nuovi standard di mercato. Con l'interfaccia FireWire possiamo collegare fino a 63 unità in cascata senza dover assegnare ID alle periferiche nonché collegare le nostre video camere digitali e montare il nostro film sul portatile di turno. Al momento dell'articolo non è ancora possibile eseguire lo startup da HardDisk esterno FireWire come invece si poteva fare per gli HD SCSI. Sono presenti sul mercato soluzioni SCSI sia su porta USB sia su porta PCMCIA di cui ci occuperemo in una prossima recensione.

DVD Rom

I nuovi DVD Rom sono completamente diversi da quelli presenti sui modelli Lombard, innanzitutto la velocità in lettura è di 6x, e non è presente all'interno della macchina nessuna parte Hardware per la decodifica del formato DVD, tutto è affidato al processore. Inoltre è possibile leggere, oltre al consueto DVD, i DVD RAM da 2.6 Gb, mentre in modalità CD-Rom la velocità in lettura passa a 24x. Nei nuovi modelli il cambio di regione una volta scadute le 6 possibilità viene settato definitamente sull'ultimo cambio all'interno della Rom del DVD, quindi non sarà possibile resettarlo, come già accadeva per i nuovi G4.

AirPort

All'interno è possibile alloggiare la scheda AirPort anche se in Italia non è stata ancora omologata è quindi inutilizzabile, ricordiamo inoltre che oltre alla scheda 99$, bisogna poi acquistare un AirPort Base Station per 299$.

Il PowerBook G3 2000 di Jurij al "posto di lavoro",
immerso tra apparecchiature audio.

Cliccka sull'immagine per ingrandirla.

 

Considerazioni sui prezzi

Della serie chi più spende meno spende, possiamo dire che la differenza di 2milioni tra la versione 400 e quella 500 non è esagerata, considerando che abbiamo a disposizione doppia Ram e doppio HD. Per chi invece, abbisogna di molta RAM (applicazioni Audio e Video), possiamo indirizzare l'acquisto sulla versione 400 alla quale con i due milioni di differenza possiamo aggiungere 256Mb di RAM ed un HD esterno FireWire, non vi sono altre differenze tra i due modelli. Possiamo poi in un secondo momento acquistare un'altra batteria ed un altro alimentatore di scorta.

Facciamo le pulci

Differenze con il modello Lombard 1999

Le differenze sostanziali sono:

  1. Non dispone di porta SCSI ma ci sono 2 porte FireWire.
  2. La plastica sembra essere di qualità più scarsa e si graffia facilmente.
  3. Il monitor a matrice attiva è più luminoso di quello del Lombard.
  4. Il DVD è più veloce e non deve appoggiarsi ad un decoder Hardware.
  5. Il TrackPad sembra essere più sensibile.
  6. Il calore della macchina è aumentato non di poco.
  7. Tutta l'architettura interna del computer è diversa, l'unica somiglianza è quella esteriore.
  8. E' presente una ventolina sulla sinistra sopra la batteria vicino al dissipatore di calore del processore.
  9. Vi è un dissipatore apposito per il processore vicino alla batteria.
  10. Gli altoparlantini audio a causa sempre del design sono stati sostituiti (questo già nel Lombard) a differenza di quelli posti nelle serie WallStreet risultano di assoluta scarsa qualità.
  11. Nella versione 500 MHz l'HD da 12 Gb fa molto rumore rispetto a quello da 6 Gb.
  12. La scheda grafica è eccellente rispetto a quella del Lombard.
  13. Quando in stop il led verde pulsa invece di rimanere acceso.
  14. Il bus di sistema è a 100 MHz contro i 66 MHz del Lombard.

ALLA FINE

Le nuove macchine PowerBook di Apple sono eccezionali e permettono di lavorare in tutta tranquillità su ogni tipo di applicazione audio-video-grafica.

Se dobbiamo lavorare audio o grafica è consigliata la versione 400 MHz, mentre se dovremmo lavorare su video diventa indispensabile l'uso della versione 500 MHz, se non altro per l'HD molto più capiente. Tutti i software provati sono risultati perfettamente compatibili, da Virtual PC all'emulatore PlayStation di Connectix. Con OS 9.0.4 si è riscontrato un minore numero di crash di sistema segno di una migliorata stabilità della macchina. Sarebbe stata gradita una piccola luce sotto la tastiera, infatti al buio non si riesce a lavorare adeguatamente, visto che la luce del monitor non è sufficiente ad illuminarla.

Se desideriamo ascoltare musica a computer spento è ora possibile, possiamo mettere il cd in play, attaccare le cuffie e chiudere il monitor sul computer.

La durata della batteria è sensibilmente aumentata, delle 5 ore dichiarate soltanto 3.5 risultano effettivamente durante il lavoro. Con il Pannello risparmio energia selezionato su "Better Conservation" possiamo arrivare anche a 4.5 ore a patto di non utilizzare il cd ROM. Con due batterie riusciamo anche ad arrivare a ben 9 ore di autonomia, veramente niente male.

Viste le migliorie apportate al modello Pismo, possiamo ora trovare allo stesso prezzo dello scorso anno riferito al Lombard un computer potente ed affidabile. Questo purtroppo fa cadere vertiginosamente i prezzi dell'usato almeno del 50%, considerando che l'usato è anche fuori garanzia.

Buon Acquisto!

 

© Jurij Gianluca Ricotti - 17 agosto 2000
jurij@flashnet.it