NotePPC
di Giles Alexander.
Shareware.

A volte le applicazioni più piccole riescono a compiere azioni utilissime che software più blasonati, potenti e ricchi di funzionalità, spesso trascutano.

NotePPC svolge solo due piccole ma utilissime funzioni: inviare messaggi e permettere conferenze (chat) con altri utenti di una rete locale. Quante volte volevate inviare ad un vostro collega un messaggio semplicissimo tipo "ricordati di prendermi le sigarette...", "smettila di giocare che sta arrivando il Kapo..." o "Ceniamo assieme stasera?" senza scomodare la posta elettronica o il telefono?

NotePPC permette di inviare/ricevere messaggi di questo tipo:

 

L'invio di un messaggio è più che mai semplice: si sceglie il destinatario nella lista degli utenti collegati, si scrive il testo e si preme invio. Istantaneamente, anche se il destinatario ha il programma NotePPC chiuso, il messaggio giunge a destinazione.
L'estensione Note Receiver, preventivamente installata nella Cartella Sistema, provvede a visualizzare tutti i messaggi in arrivo in qualsiasi momento.
Nell'inviare un messaggio si possono selezionare anche tutti gli utenti, ottenendo così un vero e proprio broadcast.

Nelle prove che ho effettuato, l'estensione e i messaggi in arrivo non hanno disturbato nessuna delle applicazioni aperte su cui stavo lavorando, come PhotoShop 5.0.2, Dreamweaver 2.0 e ImageReady 1.0.1, e non hanno influito in nessun modo nella normale attività di rete.

 

NotePPC fa questo ma non si ferma qui: oltre all'invio di messaggi ad uno o più utenti in rete locale, permette di instaurare delle vere e proprie conferenze, o chat che dir si voglia, per poter dialogare via tastiera.

Basta creare una conferenza (o più d'una) dall'apposito menu e selezionare gli utenti che si vuole invitare. Questi riceveranno un avviso che li invita a partecipare alla conferenza come questo, con tanto di indicazione del mittente:

Se si sceglie di partecipare, se non già aperta si lancia automaticamente l'applicazione NotePPC ed appare una finestra come questa sottostante. Il contenuto della finestra è abbastanza immediato: gli utenti partecipanti alla conferenza (Users), il dialogo sostenuto fino in quel momento da tutti i partecimanti (Transcript) e lo spazio per scrivere i propri messaggi (Comment).
Con i quattro pulsanti è possibile nell'ordine: invitare altri utenti alla conferenza, inviare i propri messaggi alla conferenza, salvare la conferenza e inviare messaggi privati a uno o più membri della conferenza.

Quando un partecipante abbandona la conferenza, semplicemente chiudendo la finestra della conferenza stessa, agli altri partecipanti appare un avviso come questo:



La finestra delle Preferenze è quanto mai semplice: quattro opzioni: se attivare la lettura dei messaggi, sconsigliabile se si scrive in italiano a meno di non voler rendere il tutto comico, e la possibilità di declinare automaticamente messaggi o inviti in conferenza se non si vuole essere disturbati, opzione quest'ultima molto utile per non essere sommersi di finestre quando invece si ha bisogno della massima tranquillità.


In conclusione, NotePPC è un software nato per svolgere solo due funzioni, quelle descritte sopra, e lo fa bene in modo estremamente pulito e amichevole. Per funzionare richiede un sistema operativo versione 7.0 o superiore, una rete AppleTalk attiva e il Program Linking abilitato sull'utente "Ospite".
Il pacchetto comprende l'applicazione NotePPC, l'estensione Note Receiver e due readme, oltre il consueto modulo Kagi per la registrazione shareware.
L'applicazione è estremamente leggera, occupa 1 Mb di disco rigido e 1 Mb di ram, mentre l'estensione si "mangia" solo 150 Kb di ram, anche se ne utilizza solo 110.
Come ho già scritto sopra, non ho notato nessuna interferenza o malfunzionamento particolare, sia dei programmi usati contemporaneamente che dell'applicazione stessa, oltre che naturalmente del sistema operativo.
Solo sul PowerBook 5300c, macchina già problematica di suo, ho rilevato un paio di volte sempre lo stesso errore: al tentativo di utilizzare il comando "New" del menu archivio l'applicazione NotePPC si chiudeva improvvisamente con errore di tipo 2, cosa che però non succede sul 9600/350. In ogni caso il problema è aggirabile utilizzando i comandi dal menu Collaborate "Message" o "New Conference" al posto del comando "New" dal menu File, da dove poi si sceglie appunto nuovo messaggio o nuova conferenza.

Volendo trovare a tutti i costi un difetto, che poi non lo è, potrebbe essere utile nei messaggi anche un bottone "Reply" per dare la possibilità di replicare ai messaggi arrivati, suggerimento che ho già inoltrato all'autore.

NotePPC non costa moltissimo, anche se secondo me un prezzo agevolato a gruppi di licenze sarebbe più adatto a questa categoria di applicazioni, altrimenti per reti medio-grosse il costo comincia a diventare sproporzionato: 25 $ fino a 10 licenze, 20 $ oltre 10 licenze, e lo si registra tramite il consueto comodo modulo Kagi fornito con il software.

NotePPC (versione 2.0.2) è stato testato per questa prova su PowerMac 9600/350 in rete con un PowerBook 5300c, entrambi con MacOS 8.5.1 inglese internazionale.
Maggiori informazioni su NotePPC si possono trovare al sito web dell'autore, Giles Alexander.

 

© Roberto Rota - Bologna - 21/02/99