HotFind, l'uovo di Colombo.
Recensione di Angelo Andina.

 

Aggiornamento: HotFind 1.1

I maniaci dei server HotLine, sapranno che per effettuare le ricerche di file ci si deve avvalere di motori di ricerca (www.hotlinehq.com e www.tracker-tracker.com) che, benché funzionino egregiamente, danno almeno un paio di problemi:
- possono essere 'indisposti' (down)
- rallentano la ricerca dovendo 'rimbalzare', se si vuole dare un'occhiata al file, dal browser ad HotLine; questa operazione è noiosissima per le vecchie release di Netscape ed Explorer che non supportano il protocollo HotLine e costringono al copia e incolla.
Un altro modo per eseguire ricerche, anche se meno focalizzate, è quello di bighellonare tramite HotLine fra i server estratti tramite i 'tracker'. A parte la ripetitività dell'aggiornamento della lista dei 'tracker' da censire, spesso alcuni di questi sono down, e, inoltre, non è permesso fare ricerche di file, ma solo nella descrizione del server.

Per risolvere questo tipo di problematiche, occorre utilizzare HotFind, applicazione 'stand-alone' shareware da 10$.

Ma come funziona HotFind?
HotFind crea una lista di server incrociando i server contenuti nei tracker esistenti. I server possono essere setacciati nel nome e descrizione tramite operazioni booleane e, udite-udite, è implementata la ricerca file!

Dove sono in vantaggi?
Beh, penso che il modo migliore sia trascrivere la tabella editata dal creatore del programma (B. Vandevelde, che saluto e ringrazio della collaborazione) che mette a confronto le varie tipologie di ricerca e i vantaggi rilasciati:

 

HotFind

Lista server HotLine
Motori di ricerca web

Lista server multitracker
la lista dei server è scaricata e assemblata in una sola

si
si
si

Auto-aggiornamento
viene usato il database di tracker di www.tracker-tracker.com, in modo da non costringervi a ricercare nuovi trackers

si
no
si

Ricerca
é possibile fare ricerche nella lista server

si
si
si

Ricerca booleana
si possono sfruttare gli operatori "and", "or","not" per cercare i server realmente interessanti

si
no
si/no

Ricerca file
ricerca per file, tipo di file e folder

si
no
si

Database aggiornato
per la ricerca di file, usualmente bisogna indicizzare il server; mentre i motori di ricerca web possono fornire risultati tarati su server indicizzati ore o giorni prima, HotFind esegue l'indicizzazione immediatamente prima della ricerca, fornendo risultati aggiornati e solo sui server online

si
no
no

Ricerca selettiva
è possibile restringere la ricerca su server selezionati a priori, evitando, quindi, quelli inaccessibili, per esempio

si
no
no

Privacy
tramite gli usuali metodi di ricerca, (compreso Sherlock), viene inviata una richiesta che comprende anche informazioni personali, quali l'ip address; con questa applicazione è invece garantita la privacy

si
no
no

Servizio sempre online
HotFind, a differenza dei motori web, è sempre online

si
no
no

MODALITA' DI FUNZIONAMENTO

 

Dopo aver configurato le preferenze con icona e nome (nb: la HotFind cache contenuta nelle preferenze nella cartella sistema, permette, nei termini esplicitati nelle preferenze, di richiamare i file trovati), serve scaricare la 'ultimate server list' tramite il pulsante di 'refresh'.

 

A questo punto HotFind avrà scaricato l'intero elenco dei server HotLine (ultimate server list) derivanti dall'incrocio dei risultati dei tracker presenti sul sito www.tracker-tracker.com (ovvio il vantaggio in termini di risparmio di tempo, visto che la lista di tracker non dovete aggiornarla voi!).

Nella 'ultimate server list' potete, oltre all'usuale ricerca tramite nome del server già presente in HotLine, cercare nella descrizione del server. Immettete la stringa di ricerca, anche sfruttando gli operatori booleani 'and', 'or', 'not', e premete il pulsante 'description search' (nb: lo spazio fra le parole è considerato come 'or'; al posto di 'and' e 'not' si possono usare rispettivamente '+' e '-')

Trovati i primi server (nell'esempio il risultato di 'Apple mac' che HotFind ha interpretato come 'Apple and mac') possiamo ancora raffinare la ricerca, per esempio sfruttando la ricerca nel campo 'descrizione' del server.

Cerchiamo, allora, freeware ma non file MP3, e inseriamo nella stringa di ricerca 'freeware - MP3'. Ecco il risultato, dopo aver premuto, chiaramente, il pulsante 'description search':

A questo punto indicizziamo i server risultanti dalla ricerca. (ricordo che i server della tipologia in oggetto non supportano in maniera autonoma la ricerca file; è quindi necessario indicizzare, cioè esportare in locale, l'intero elenco di file). Premiamo quindi il bottone 'index'(é un processo lento, viste le considerevoli quantità di file presenti sui server HotLine).

A questo punto, possiamo procedere alla ricerca file. Nella finestra che esplicita i risultati dell'indicizzazione.

premiamo il pulsante di ricerca file:

otteniamo una finestra che permette, anche selezionando mediante menu' a discesa la tipologia della stringa, di cercare gli ambitissimi file:

Immettendo 'Eudora', abbiamo come risultato:

Notare il dettaglio del risultato, con tutte le coordinate del file, e la capacità di ordinare tramite diversi parametri il listato stesso.

Nell'ambito della ricerca, è anche lasciata la discrezionalità di eliminare, dalla lista dei server 'ricercabili', i server non interessanti, o non disponibili, selezionandoli ed eliminandoli con backspace.

E' anche molto utile trovare copiata nella clipboard, dopo essersi connessi al server selezionato, l'indirizzo IP. Molto spesso, difatti, ci si deve rassegnare a riconnettersi al server dopo aver collezionato pd e user.

PRO:

- autoaggiornamento della lista dei tracker
- indicizzazione in tempo reale
- risultati su server online
- è un servizio sempre disponibile
- possibilità di escludere alcuni server, inaccessibili o poco interessanti, dalla ricerca
- visualizzazione durante la ricerca, di tutte le caratteristiche dei server

CONTRO

- la fase di indicizzazione è lenta, ma questo è dovuto al grande numero di file censiti; si consiglia di aumentare la memoria destinata all'applicazione

CONCLUSIONI

Mi pare che il contributo richiesto per questo shareware, 10$, sia compensato dalla 'bontà' dell'applicazione. Di solito le ricerche sui server sono imprecise, ciò dovuto principalmente all'impossibilità di stabilire un rapporto diretto fra la ricerca stessa e i file collocati sui server. Questo programma supera questa 'empasse' dando accesso diretto alle risorse dei server HotLine, creando un ottimo binomio fra HotLine/HotFind. La speranza per il futuro è quella di vedere un'ancora maggior integrazione fra le due applicazioni.

Da ultimo giova ricordare che la versione demo lascia la possibilità di usare l'applicazione per trenta giorni ma limita la sua funzionalità a due 'trackers' minori e ai server listati su hltracker.com. La registrazione può essere effettuata tramite l'apposito bottone anche online.

Il gentilissimo Ben, mi lascia le note sul nuovo aggiornamento di HotFind, che dovrebbe uscire a giorni:
- comando "Info": fornisce specifiche informazioni sul server, come l'indirizzo ip e la porta
- login diretto: HotLine si connette direttamente sfruttando la user e la password in HotFind from within HotFind.
- bookmark diretto: capacità di 'bookmarkare' direttamente in server HotLine da HotFind
- Hotlyn: supporto del nuovo clone di HotLine client

Bug fixes:

- supporto per i proxy server della cache 'trasparenti'
- risistemazione dell'help online

 

Info su HotFind:

Maggiori informazioni su HotFind: http://www.tracker-tracker.com/hotfind
Creatore: B Vandevelde
Versione: 1.0
Dimensione: 674K
Costo: Shareware 10$
Requisiti minimi di sistema: System 7.5, Open Transport, Hotline (versione PowerPC)

© 1999 Angelo Andina - Bologna.
Pubblicata il 22-07-1999

 

Aggiornamento: HotFind 1.1
16-09-1999

I miglioramenti nella nuova release di Hotfind, oltre a quelli di interfaccia, non sono da poco e quindi, prima del commento, conviene elencarli così come l'autore ha fatto nelle note:

Si nota immediatamente un'implementazione dell'interfaccia grafica e della presenza del nuovo bottone 'i' che fornisce informazioni sul server selezionato. La funzione 'drag and drop' é sicuramente lo sviluppo più utile: in sostanza si possono 'salvare' i server Hotline preferiti, e creare la propria lista da indicizzare, escludendo i server non ritenuti interessanti semplicemente trascinandoli fuori o all'interno della finestra contenente la lista dei server. E' certamente una versione migliorativa delle funzionalità operative di Hotfind. La 'personalizzazione' dell'indicizzazione evita il reiterare di noiose procedure poco mirate e particolarmente lente. Vista oramai la completezza di Hotfind come applicazione 'stand alone' sono curioso di vedere che cosa ci aspetta nelle prossime release....

NB se si eseguono indicizzazioni di grandi dimensioni, é possibile che il computer si 'congeli' a causa della mancanza di memoria dedicata all'applicazione; in questo caso é d'obbligo aumentare la memoria dell'applicazione

(* per onore alla cronaca vorrei chiarire il concetto: per l'utilizzo del proxy, nella sua accezione normale, abbiamo bisogno di settaggi particolare del nostro browser, che altrimenti non effettuerrebbe l'ottimizzazione; esiste, se così vogliamo chiamarlo, una proxy 'trasparente', che funziona indipendentemente dai nostri settaggi, definito dal nostro ISP; ecco, la vecchia versione di Hotfind aveva problema a richiamre le parti di questa cache derivante dalla parte 'trasparente' del proxy)

 

- 23/07/99