Explorer 5.0
prime impressioni d'uso.
di Leonardo Perrone (LeoSpace)

Quando ho visto su Tevac la notizia dell'uscita di Explorer 5 per Mac mi sono detto: Perchè non scaricarla?!. E così dopo 3/4 d'ora passati a downloadare il nuovo browser Microsoft eccomi pronto a partire. Come ormai tradizione per installare il programma basta trascinarlo sull' icona dell'Hard Disk. La procedura all'avvio è identica a quella delle altre versioni di Explorer. Le prime sorprese (felici) arrivano dall'interfaccia completamente rinnovata e molto accativante. Il design Apple si è fatto strada anche quì e l'interfaccia è facilmente modificabile a proprio piacere. Si possono aggiungere bottoni, cambiare colore agli stessi, far sparire tuttte le toolbar in un attimo e molto altro. Unica pecca l'impossibilità di sovrappore le barre come nella 4.5. Ma le novità non si fermano all'aspetto esteriore.

 


Notare il menu a tendina che compare mentre digitate indirizzi che avete già visitato.

 


Per configuare la vostra toolbar trascintele sopra i bottoni che vi interessano.

 

Oltre ad un nuovo pannello che permette di rimanere in costante contatto su come si evolve una asta online è stato aggiunto una specie di archivio appunti. Lo stesso modo in cui le pagine vengono visualizzate è stato modificato ed è più in linea per quelle pagine costruite sotto Windows. A tal proposito ci sono diversi cambiamenti nella visulizzazione delle tabelle e in quella dei link che ora vengono incorniciati come nella versione PC di Explorer e che ad alcuni Webmaster Mac potrebbero portare alcune sorprese. Anche il testo delle pagine non appare da subito come nella versione precedente.

 

 


Con un clic potete far scomparire le toolbar dalla parte alta della finestra e avrete comunque sempre a portata di clic le funzioni principali.

 


Il nuovo sevizio di help, anche questo completamente rinnovato.

 

A tal proposito inizialmente ho avuto problemi con diverse pagine internet (tra cui anche LeoSpace) i cui font venivano visualizzati più grandi di quello che dovevano essere. Ho trovato comunque la soluzione. Nelle preferenze andate alla voce "Language/Fonts" e come grandezza per i font selezionate 12 punti. A parte tutto ciò explorer 5 si comporta bene e sul mio iMac ho notato anche un certo miglioramente nelle prestazioni. Sarà dovuto certamente a Tasman il nuovo motore per il rendering che dovrebbe riprodurre alla perfezione HTML 4.0, XML 1.0, CSS 1.0, DOM 1.0, e PNG (Portable Network Graphic) 1.0. Comunque tenete ancora da parte la versione 4.5 che in quanto ad affidabilità si sà far rispettare. Explorer 5 è certamente un ottimo browser con delle interessantissime aggiunte ma anche con un paio di nuove funzionalità ereditate dalla versione PC di cui avrei fatto a meno e che non mi sarei aspettato da un team di sviluppo MacLover.

Leonardo Perrone - 27/03/00

 

- 27/03/0