Condividere le risorse di Internet
in una rete locale, prima parte:
Di cosa stiamo parlando?

SCRIVO QUESTE PAGINE per rispondere alle frequenti domande che mi sono poste sull'argomento, specie da chi non "mastica" molto di reti e di telematica, magari incuriosito da qualche mia recensione o news pubblicata su Tevac. Cercherò di essere più comprensibile possibile, evitando di utilizzare troppi termini tecnici e, soprattutto, di spiegare anche ai profani quali possono essere i vantaggi e le controindicazioni (assai poche in verità). Spero di riuscirci, in ogni caso qualsiasi commento è come il solito assai gradito!

UNA RETE LOCALE, in altre parole un tot di computer non necessariamente dello stesso tipo o sistema operativo che condividono risorse comuni, come volumi, stampanti e applicazioni, fino a non molto tempo fa era considerata, nella maggior parte dei casi, come un'isola indipendente da tutto il resto del mondo. Solamente in casi più "avanzati", come ad esempio ditte con sedi diverse sparse sul territorio, o la necessità di dover aggiornare dei dati su un server o un database anche in trasferta, era considerata la necessità di far comunicare le singole reti fra di loro o di permettere l'accesso e la condivisione delle risorse condivise da remoto.

L'AVVENTO DIROMPENTE DI INTERNET ha modificato questa prospettiva radicalmente. Grazie all'utilizzo del protocollo ormai standard TCP, la "madre di tutte le reti" è diventata, di fatto, il canale privilegiato per qualsiasi tipo di comunicazione, sia privata sia pubblica: l'e-mail nella maggioranza dei casi sostituisce il fax, grazie ai costi sicuramente più favorevoli, e l'informazione prima cartacea, come le documentazioni tecniche e le informazioni commerciali, sono sempre più affidate alle pagine web, aggiornabili in tempo reale, consultabili a piacimento e che non prevedono costi e tempi di distribuzione aggiuntivi, come quelli postali, che in caso di aggiornamenti frequenti delle informazioni spesso fanno sì che le stesse siano già superate non appena arrivate a destinazione.

IN PRATICA, per spiegare meglio soprattutto ai profani del networking, A CHI SERVE E A COSA SERVE la condivisione delle risorse Internet in una rete locale? Ecco una semplice lista dei vantaggi e delle possibilità offerte da questa semplice tecnologia, e naturalmente si tratta solo delle applicazioni basilari, degli utilizzi avanzati, per non confondere troppo le idee, ne parlerò più avanti. Credo che chiunque abbia in uso una rete locale o intenda realizzarne una, sia a livello domestico sia aziendale, già dai prossimi punti possa trarne le dovute conclusioni di convenienza o meno.

  • UNICO MODEM E UNICA CONNESSIONE PER TUTTI I COMPUTER IN RETE. Tutte le macchine della rete, indipendentemente dalla piattaforma utilizzata, possono accedere anche contemporaneamente ad Internet, senza disporre ciascuna di un modem apposito ma utilizzando tutte un unico modem, meglio se un terminal adapter ISDN per garantire prestazioni sempre ottimali. Primo risultato un abbattimento dei costi telefonici e l'impiego di un'unica linea per questo scopo, soprattutto nel caso di lunghe consultazioni sul web, e la possibilità per ogni utente di rete di poter effettuare ricerche su web e di leggere la propria posta elettronica. Anche il più tradizionale dei mezzi di comunicazione d'ufficio, il fax, ne trae grossi vantaggi, sia in ricezione sia in trasmissione, ma questo fattore è descritto meglio nel prossimo punto.
  • PRELEVAMENTO DI TUTTI GLI INDIRIZZI DI POSTA ELETTRONICA (e-mail) utilizzati, e smistamento sui computer di rete dei rispettivi destinatari ad intervalli regolari, e ottimizzazione dell'invio di quelli in uscita, sempre ad intervalli regolari definibili dall'utente, al fine principale di ottimizzare i costi telefonici. La stessa cosa, con gli stessi strumenti, è possibile realizzarla anche per i fax, ora inviabili direttamente da tutti i computer senza bisogno di dover realizzare copie cartacee per utilizzare i fax tradizionali o di dover accedere fisicamente all'eventuale unico computer abilitato, ed anche i fax in entrata possono essere smistati automaticamente ai computer dei diretti interessati.
    Queste soluzioni inoltre permettono, sia per le e-mail sia per i fax, un controllo in tal senso dell'attività da parte dell'amministratore del sistema, e ampie possibilità di configurazione dei permessi di utilizzo di tali risorse per ogni singolo utente della rete. Altro vantaggio, spesso poco considerato, è che utilizzando queste tecnologie si crea automaticamente un sistema di posta interna, molto funzionale in caso di reti medio grandi che elimina i famigerati post-it che vanno regolarmente persi, e lascia una traccia scritta di ogni comunicazione.
  • PROXIES PER VELOCIZZARE LA NAVIGAZIONE IN INTERNET. Con più utenti che possono navigare in internet contemporaneamente alla ricerca di informazioni, è possibile velocizzare la navigazione installando dei proxies di rete. Sono dei programmi che intercettano le chiamate dei browser e memorizzano su disco le pagine web richieste. Se un'altro o lo stesso utente richiede la stessa pagina, il programma restituisce quella salvata sul disco a patto e previo veloce controllo che la pagina originale su Internet non abbia subito variazioni, in tal caso la richiede e memorizza quest'ultima al posto di quella precedentemente salvata. Questa procedura, molto utile nel caso di pagine visitate frequentemente, ha l'indubbio vantaggio, oltre a quello di restituire le pagine web memorizzate molto più velocemente di quelle originali, di lasciare più "banda di trasmissione" libera a coloro che invece navigano in indirizzi mai richiesti precedentemente, e di generare dei log per valutare l'utilizzo anche di questa risorsa.
  • POSSIBILITA' DI COLLEGAMENTO ALLA RETE DALL'ESTERNO. La possibilità della rete di uscire verso l'esterno permette ovviamente il contrario, cioè l'accesso alla rete dall'esterno, in modo pressoché sicuro e trasparente. Può servire, ad esempio, ad agenti esterni per consultare disponibilità di magazzino e aggiornamenti dei prezzi, come invece nel caso di telelavoro, per accedere alle risorse produttive, o per permettere la libera consultazione di un catalogo commerciale o semplicemente perché si è dimenticato qualcosa nel computer dell'ufficio e ce ne accorgiamo solamente arrivati a casa. Il collegamento può essere fatto in svariati modi e livelli di sicurezza, dalla semplice connessione da modem a modem al più sofisticato accesso da Internet, possibilità quest'ultima che apre orizzonti pressoché illimitati, alcuni dei quali proverò a descriverli nella terza sezione "avanzata" di questo argomento.

Se i punti descritti qui sopra hanno acceso qualche lampadina, allora siete pronti per il passo successivo, cioè "gli strumenti per realizzare la condivisione di internet in una rete locale".
Una piccola nota: quanto descritto fino ad ora, altro non è che la base per la realizzazione di due "grosse parolone" che si sentono sempre più spesso, anche se a volte purtroppo a sproposito, INTRANET ed EXTRANET.

 

Seconda parte: Gli strumenti.