LE STAMPANTI IN RETE

 

Una delle principali comodità delle reti è la possibilità di utilizzare in comune una o più stampanti.

In una rete LocalTalk utilizzando una qualsiasi stampante AppleTalk è praticamente come utilizzare la stampante collegata direttamente al computer, solo che questa è collegata alla rete tramite un adattatore LocalTalk ed è visibile da tutti i computer in rete.

In una rete Ethernet, indipendentemente dal tipo, una stampante predisposta (ovvero dotata di scheda Ethernet) verrà vista tranquillamente in scelta risorse. Se la stampante non è predisposta, è possibile utilizzare dei Bridge, ovvero degli adattatori a cui collegare la stampante tramite il normale cavo, e che a loro volta si collegano alla rete Ethernet rendendo disponibile la stampante a tutti.
Esistono anche soluzioni di Bridge software, che però appesantiscono il Macintosh su cui lavorano (e a cui va collegata la stampante) e la loro stabilità e funzionalità non è perfetta.

Altrimenti, sempre per collegare stampanti non Ethernet e renderle disponibili in rete, la geniale software-house Stalker ha realizzato una utility shareware, PortShare.
Una utility davvero comoda, perché permette di utilizzare qualsiasi cosa sia collegata alle porte seriali di un Macintosh da tutti gli altri in rete, quindi non solo stampanti ma anche modem e chi più ne ha più ne metta.
Occorre dedicare un Macintosh allo scopo, ma essendo un software che non richiede molte risorse è possibile "riciclare" qualche vecchio Macintosh non più utilizzato.
Altro grande vantaggio di PortShare è la sua economicità, essendo un software shareware.

Quando invece l'utilizzo delle stampanti dirette in rete diventa un problema di code di stampa troppo pesanti da gestire, con gli inevitabili tempi morti dei Macintosh che si apprestano a stampare, è forse il caso di valutare la soluzione di un server di rete, come AppleShare IP.

 

Argomenti correlati: