Francesco Guccini, un anno dopo.

Se siete frequentatori più o meno assidui di queste pagine forse ve lo ricorderete.
Un anno fa, in luglio, avevo realizzato una pseudo-intervista a Francesco Guccini (a cui fa riferimento l'immagine di sinistra) cogliendo l'occasione di un intervento tecnico sul suo "vecchio" Apple Performa 5300.
A distanza di un anno dal primo incontro, ritorno da Francesco per un nuovo intervento tecnico.
Non che non ci siano state altre occasioni o interventi in mezzo, ma questa assume una particolare importanza perché il Guccio ora ha un nuovo computer, ovviamente un Macintosh.
Questa volta non ho portato con me nessun registratore, e non ho fatto domande specifiche, quindi più che un'intervista questa è stata una chiacchierata con il mitico Guccio, consideratela quasi una relazione del mio intervento, o la prosecuzione ideale dell'intervista di un anno fa.

Per il suo compleanno, festeggiato da poco, Francesco ha ricevuto tra i tanti regali anche un fiammante iMac DV Special Edition, quello graphite per intenderci, accompagnato da una stampante Epson Stylus Color 870. Complici indirette del regalo la figlia Teresa e la compagna di Francesco, forse stanche dei limiti del 5300 in materia di Internet e di giochi.
Il mio compito, in questa occasione, era di passare i dati dal vecchio 5300 all'iMac e, naturalmente, di sostituire i Mac e le stampanti sulla scrivania.

L'appuntamento è a casa sua, alle 16 di un giovedì torrido come pochi.
Il primo problema da risolvere è il passaggio dei dati: il 5300 ha SCSI e seriali, l'iMac USB e FireWire, e vista la situazione opto preventivamente di portarmi dietro un masterizzatore, convinto così di fare pure un favore a Guccini salvando tutti i dati del Performa in modo indelebile. Francesco infatti fino a ieri faceva una copia dei suoi lavori su floppy, inutilizzabili sull' iMac senza altre periferiche.

Finita la masterizzazione dei dati, si è trattato di togliere il 5300 e la LaserWriter NT dalla scrivania, non senza aver prima segnato inequivocabilmente ogni cavo e ogni porta per permettere a Francesco di rimontare il tutto senza problemi a Pavana, dove il 5300 avrebbe potuto vivere una tranquilla e campagnola pensione.
Francesco era visibilmente dispiaciuto nel veder smontare il suo fido Mac, dove probabilmente ha scritto alcuni tra i suoi testi migliori, ma alla vista del nuovo trasparente iMac l'espressione è decisamente cambiata, arrivando anche allo stupore.
Dopo avergli ripristinato tutti i suoi vecchi dati, ho cercato di ricreare sul nuovo iMac una situazione che fosse più familiare possibile. Ho dovuto prestare molta attenzione ad una font molto particolare, creata ad arte e che porta il suo nome, che Guccini usa per scrivere correttamente i testi dialettali.

Quello che a prima vista poteva sembrare un problema alla fine non lo è stato affatto: Francesco ha cambiato diversi Mac ma non ha mai cambiato o aggiornato l'applicazione usata per scrivere, e io temevo che il buon vecchio MacWrite non reggesse il passaggio dal 7.6.1 al Mac OS 9, invece tutto è filato liscio.

Ma la tecnologia avanza anche per Guccini, e tra i software in corredo all'iMac c'era pure AppleWorks, e gli ho spiegato che, in qualche modo, l'editor di testi del pacchetto che fu di Claris potrebbe anche definirsi l'erede del "suo" MacWrite.
Il Guccio, dopo averlo aperto e provato su vari file di testo, ne è rimasto particolarmente sorpreso e forse, e ribadisco forse, una rivoluzione informatica è in atto anche nelle abitudini, dure a morire, di Francesco Guccini.
Più avanti, quando avrò occasione di ritornarci o di risentirlo, vi farò sapere che effetti avrà avuto il nuovo iMac sulla vita informatica di Francesco.

Intanto, godetevi le immagini di Francesco Guccini intento, nel suo studio, a prendere confidenza con il suo nuovo computer.
Tutte sono ingrandibili, cliccandoci sopra:

La tastiera dell'iMac. Troppo piccola
per le grandi mani del Guccio?

Anche il nuovo mouse è estremamente
piccolo e Francesco sembra osservarlo
non senza perplessità, ma dopo pochi
minuti tutto era a posto.

Prima telefonata, forse per illustrare
a qualche amico le meraviglie del suo
nuovo Macintosh?

 

22/06/2000 - © Roberto Rota, Bologna.
Pagina realizzata con Newton Message Pad 2000 per i testi e Apple QuickTake 200 per le immagini.
Tutti i marchi citati appartengono ai legittimi proprietari.
L'utilizzo totale o parziale di immagini o testo di questa pagina è vietato senza il consenso scritto dell'autore.

 

- 25/06/00