FUTURSHOW 99
(tutte le immagini sono ingrandibili con un click)

Una grande fiera dei balocchi, come tutte le edizioni precedenti, tanto spazio ai giochi e poco al "multimediale del futuro", come il titolo della manifestazione vorrebbe. Insomma, tanto fumo e poco arrosto.

Una visita comunque è d'obbligo, fosse solo perché un biglietto omaggio c'è sempre qualcuno che te lo offre e perché è a poche centinaia di metri da casa mia, e quindi armato della mia fedele QuickTake 200 sabato scorso ho deciso di dedicare la mattinata a vedere quali mirabili tecnologie venivano presentate.
Naturalmente da bravo Mac-Lover mi interessava particolarmente misurare la presenza e le attenzioni rivolte ad Apple.

Appena entrato mi sono imattuto subito nello stand della DeAgostini, dove ho avuto la prima piacevole sorpresa di trovarlo ben tappezzato di MniaGold Mac, la nuova e molto attesa versione per Macintosh della famosa encicolpedia multimediale, con diversi iMac ed un G3 Yosemite per e dimostrazioni, effettuate da standisti preparati.

Andando avanti però mi sono imbattuto subito nei veri padroni della fiera: i balletti promozionali con lancio di gadget a folle di ragazzini/e urlanti. Sono incappato in due di questi veri e propri imbottigliamenti del traffico pedonale, e precisamente in quelli di Telecom e Philips, ed allora ho pensato bene che se sentivo "odore" di altri balletti sarei girato ben alla larga.

Mi sono fermato allo stand di Infostrada, casualmente di fronte a quello di Telecom, incuriosito da uno strano oggettino che omaggiavano a tutti quelli che effettuavano l'abbonamento in fiera.

Si trattava di un simatico aggettino che, promettevano le standiste, evitava di dover formare il prefisso 1055 prima di comporre ilnumero da chiamare. Simpatico dico io, ma lo date solo ai nuovi abbonati? E quelli che lo sono già? Niente da fare, solo ai nuovi abbonati ed agli altri nemmeno a comprarlo. E' un omaggio fatto apposta per la fiera e non è in vendita.
Mi sono allontanato dallo stand visibilmente contrariato...

Ho pensato allora di andare a consolarmi allo stand Apple, ed allora mi sono messo alla caccia del padiglione 35, dove sapevo che avrei trovato cose più familiari e amichevoli, ma lungo la strada mi sono imbattuto in altre situazioni "spiacevili": lo stand Microsoft con tutti i suoi specchietti per allodole e uno stand dove troneggiava un G3 Yosemite..... spento!
Peccato (per gli standisti...)

Allo stand di Repubblica, invece, erano tutti iMac... un'altra vita!

Ma ecco finalmente in lontanaza il TIR di Apple tappezzato di iMac. Chi si aspettava il classico bestione da film americano si è dovuto subito ridimensionare, ma nonostante fosse un normale (grosso) camion italiano faceva sempre la sua bella figura.

Tanta gente che saliva a visitarlo, e molta anche nello stand gestito da un noto rivenditore bolognese, e la cosa mi ha subito rincuorato.

Negli stand attorno molti iMac e G3, quasi tutti impegnati a far giocare folle di curiosi che per la maggior parte non aveva mai visto da vicino un computer di Apple.

Una nota di merito ad un banco gestito dalla Midiware, sempre nello spazio Apple, dove chi per caso aveva dei dubbi che con i nuovi G3 Yosemite era difficile fare musica e soprattutto fare Midi se li poteva togliere immediatamente.

In uno degli iMac una QuickCam filmava i passanti, così ho deciso di farmi un autoscatto, e in quel mentre passava l'amico Mac-Lover Roberto Ferrara, a sinistra nella prima immagine. Nella seconda una passante incuriosita che non capiva molto quello che stavo facendo.

Fine della mia visita al FuturShow, sconcertato di non aver visto nulla di quanto i telegiornali facevano immaginare, nemmeno nella sezione dedicata alla casa del futuro, descritta dai vari media come un qualcosa da non perdere.
Anzi no, una cosa l'ho vista, e sono sicuro che farebbe la gioia di chiunque oltre quella del sottoscritto: l'aspirapolvere robotizzato.

Un "padellone" che, nottetempo ed in modo completamente autonomo, si aziona e pulisce casa, implacabilmente e con "la potenza di un PC", come diceva la targhetta. Speriamo che dai PC non prenda altro... in ogni caso era ancora solo un prototipo.
Peccato.

 

12-04-99 © Roberto Rota - Bologna


- 06/04/99