Impressioni su ExtremeZ-IP
Giovedì, 15 marzo 2001
Di Massimo Molteni

Gli unici prodotti che il mercato offre per implementare l'Apple Filing Protocol (AFP) su IP in ambiente NT sono:

Questi prodotti non necessitano dei Service for Macintosh della Microsoft e sono da ritenersi entrambi validi.
EZ-IP pero' è risultato più semplice da configurare, l'installazione e la configurazione non richiedono più di 10 minuti, ed ha dimostrato performace di trasferimento dei files superiori.

Come tu hai segnalato ieri, è stata rilasciata la versione 2.01 che tra le altre cose implementa una gestione remota del servizio e quindi non obbliga l'amministratore a lavorare direttamente sulla macchina NT dove è installato.
Un unico neo è che il programma non è sviluppato per sistemi in cluster e quindi, in una tale configurazione, vanno replicate le operazione di installazione e configurazione su entrambe le macchine.
Io l'ho installato su 2 IBM Netfinity in cluster, e queste macchine hanno mandato in pensione un vecchio Risc6000 con EtherShare ed i miei utenti sono rimasti favorevolmente impressionati dalla velocità con cui ora lavorano e non ho avuto ancora fermi nel servizio. (mai dire mai)

C'è da dire una cosa in merito a questa tipologia di prodotti; non essendo implementato l'AppleTalk il server non viene visto in scelta risorse ma va montato fornendo l'indirizzo ip della macchina nella finestra di appleshare. Questo ha portato un po' di disorientamento agli utenti. Io, per agevolarli, ho creato su ogni MAC un file Hosts, puntato dal TCP/IP, dove all'indirizzo del server ho associato un nome (praticamente un DNS locale) che è più facilmente ricordabile.

Massimo Molteni