PBCOLD

Uno dei "problemi" che afflige i sistemi portatili di una certa potenza e' sicuramente lo smaltimento del calore provocato specialmente dalla cpu; anche i PowerBook, che per il loro design non possono usufruire di una adeguata ventilazione come un computer desktop, risentono di questa situazione.
Ecco perche' mi sono inventato un efficace sistema per ovviare almeno in parte il surriscaldamento che produce il nostro amato compagno di lavoro, almeno quando questo si trova in condizione "desktop".
Osservando la temperatura, essa arriva, in condizioni normali di utilizzo, addirittura a circa 79° celsius dopo 30 - 40 minuti di lavoro continuo. Ebbene, se applico tre ventole direttamente a contatto della tastiera, come meglio spiegato nelle immagini successive, riesco a far salire la temp. al massimo a circa 60°, ed a mantenerla durante tutto il tempo in cui utilizzo il portatile. Si tratta di un sistema ancora molto spartano, elaborato in velocita', ma penso di migliorarlo sia esteticamente che prestazionalmente utilizzando altre ventole per la parte posteriore del pb.
Ho notato anche che mentre prima la ventola interna del pb si azionava dopo circa un'ora di lavoro, applicando il sistema delle ventole questa rimane sempre inattiva.

1) Prima di tutto ho isolato il pb dal tavolo mediante due pezzi di polistirolo, e' importante per una corretta areazione, e anche per non bruciare il tavolo!! 8-) 2) Ecco l'alimentatore usato; e' uno di quelli montati sui picci' di un paio di anni fa...Importante: deve essere AT e non ATX!! L'ATX infatti ha bisogno di una motherboard per essere correttamente comandato. Si nota in alto il pulsante on/off. L'alimentatore e' attaccato alla corrente per mezzo di un classico cavo di alimentazione per computer (lo stesso che si usa sui mac), e mi consente anche di alimentare il monitor esterno collegato al pb. Ho isolato molti dei cavi tenendone uno solo per le ventole, inoltre e' importante un corretto posizionamento della presa a terra.
3) Ecco il dettaglio delle caratteristiche dell'alimentatore; in alternativa potreste usarne anche di piu' piccoli, del tipo di quelli per i modem esterni, ma dipende dai volt di uscita (meglio se 12) e dall' amperaggio, inoltre a me serve anche per alimentare il monitor esterno. 4) Ed ecco le ventole, sono tre da 80 mm, 12v 0.11 A. Le ho "collegate" insieme mediante del nastro adesivo, in attesa di un piccolo e leggerissimo contenitore di plexiglass!!
5) Basta poggiare le ventole sopra la tastiera del pb, come mostrato in figura, accendere l'alimentazione e il gioco e' fatto!..Ricordarsi di dirigere il getto dell'aria verso il pb e non il contrario! :-) 6) Un altro dettaglio delle ventole.
7) Ecco la foto di gruppo....Non e' magari molto bello da vedere, ma e' una sistemazione puramente pratica, e poi fa molto HARDware!!! 8-))
La prova descritta si riferisce ad un PowerBook G3 266 Wallstreet. Il software Gauge Pro e' stato usasto per il monitoraggio della temperatura. Le immagini sono state fatte mediante la webcam Philips Vesta Pro, con software ReelEyes, ed il mio pb. Mi scuso per la non perfetta risoluzione delle stesse, ma le jpeg sono state ottimizzate per il web, cercando di non farvi passare ore ad aspettare il caricamento della pagina!

Made by Michele Traglia 08/2000
quokka@tin.it