Vai alla versione corrente di Tevac, dove si parla di Apple, Macintosh, iPad, iPhone e Digital Lifestyle

 

Spigolando...

News di febbraio 2000

[ Ultimissime News ] [ Archivio mesi precedenti ]

 

Lunedì, 28 febbraio 2000

Airport non ancora in Italia, ma solo per Apple.
Mentre stenta a concludersi l'iter burocratico, che dovrebbe permettere al sistema Airport di essere utilizzato anche nel nostro paese, fioccano sui cataloghi di informatica e accessori vari sistemi Wireless analoghi (anche se non così belli e performanti) di ogni tipo e colore.
Per il nostro si parla di marzo, ma è probabile un rinvio.
Intanto se ne trovano di ogni forma, a cono, a cubo e a piramide, e anche di ogni colore.
Recentemente ho sfogliato uno di quei cataloghi di una ditta italiana specializzata sul networking, ma che non disdegna accessori di ogni tipo, di quelle che vendono per corrispondenza, e oltre ai già citati sistemi wireless ho visto un sacco di periferiche USB adatte anche ai Macintosh, e su qualcuna era pure specificato.

Approfondimenti e recensioni da PowerVolpino.
Su TatzeBAO questa settimana si inizia con un paio di grosse novità.
Non c'è stagione che, su newsgroup e mailing list, non nasce una discussione, spesso anche molto accalorata, su quale sia il sistema operativo migliore. Il nostro Daniele coglie il senso e le contraddizioni di questo argomento ne "L'arte della guerra...", approfondimento che vi consiglio caldamente.
La seconda novità del "nostro" Volpino è una scheda di impressioni sulle Norton Utilities, la suite per la diagnostica e la riparazione dei nostri dati.

WebDoubler per le reti.
Aggiornamento per WebDoubler 1.2, software di Maxum molto interessante per le sue caratteristiche che ben si adatta sulle reti che si affacciano ad Internet, magari con un'unica connessione ISDN, per ottimizzare, controllare e monitorizzare il traffico.

Aggiornato Macjordomo.
Nuova versione per l'ottimo gestore di mailing-list, Macjordomo 1.5fc10 (link diretto per il download, poco meno di 1 MB), che come si può intuire dal numero di versione giunge alla final candidate e sembra avere tutte le intenzioni di rimanere freeware.

Guadagnare navigando?
Il titolo di questa news è una domanda che spesso viene posta sui newsgroup e nelle mailing-list. Ma è davvero possibile navigare e contemporaneamente guadagnare dei soldi proprio per quello che si sta facendo?
Io sono molto scettico a tal proposito, anche se c'è chi giura che si possa fare davvero.
A titolo puramente di cronaca, quindi, vogliate prendere con le dovute pinze questa segnalazione.
Enrico di Capri mi informa, ma anche molti siti di news americani ne segnalano l'uscita anche in versione Mac, della view bar di AllAdvantage. Il sistema è semplice: grazie a questa applicazione, mentre si naviga, si ricevono dei banner pubblicitari, e se non ho capito male si viene pagati più o meno L. 50.000 al mese se si effettuano 40 ore di navigazione.
Se ne sapete di più sull'argomento, o se l'avete magari provato, scrivetemi.

Nuovi driver da VST per i floppy USB.
Rilasciati da VST i nuovi driver versione 2.1.3 per i lettori floppy USB.

Sincronizzare che passione.
Una utility shareware che può tornare utile anche a chi pubblica dei siti web ricchi di pagine e immagini: iSync 1.3.1, in meno di 1 MB, sincronizza il contenuto di un disco o cartella con un server ftp.

Incontro M.A.C. rinviato al 2 marzo.
L'amico Stefano Stefani mi scrive per informarmi che il consueto appuntamento mensile del M.A.C., a causa della pizzata milanese di saluto a Diego Piacentini, è stato rinviato al prossimo 2 marzo.
Per maggiori informazioni sull'incontro bolognese, vi invito a visitare le pagine ufficiali del M.A.C.

Cambiare i commenti.
Un AppleScript che sembra particolarmente utile a chi utilizza molto la finestra dei commenti visualizzabile tramite le informazioni sul file. Con Batch Commenter 2.7.4 è possibile modificare i commenti contemporaneamente a più file, applicazioni o cartelle.

CorelDraw LE gratis in edicola.
Daniele Volpi mi segnala che nell'ultimo numero di MacWorld edizione inglese, acquistabile anche in molte edicole italiane ben fornite, nel CD-Rom allegato è presente una copia di CorelDraw LE, che al di là delle sue limitazioni (tipo file aperti contemporaneamente) potrebbe interessare molti lettori, e far risparmiare un copioso download di oltre 85 MB.

Tesi sulla programmazione per Mac in regalo.
Francesco mi scrive per segnalarmi una sua iniziativa personale degna di nota, che penso potrà interessare diversi lettori. Se vi interessa contattate direttamente Francesco, e naturalmente chi primo arriva...

"REGALO testi su programmazione per Mac a chiunque si facesse carico delle spese di spedizione... altrimenti mi vedrei costretto a gettare nella carta chili di fotocopie, stampe e qualche libro originale per la programmazione... fate girare la voce se potete... se qualcuno e interessato mi faccia sapere in mail.. Grazia per l'attenzione
Francesco"

Le novità di FreeHand 9 e Director 8.
Dal noto rivenditore emiliano Pico, specializzato in grafica, mi arrivano le ultime novità riguardanti i due nuovi prodotti di Macromedia, FreeHand 9 e Director 8 Shockwave Studio. Naturalmente se desiderate maggiori informazioni su disponibilità e prezzi potete visitare direttamente il sito di Pico:

"Macromedia FreeHand 9, programma leader per il disegno vettoriale, offre ora nuovi potenti strumenti per l'impaginazione su più pagine, funzioni per creare effetti speciali anche 3D, esportazione per il Web e una notevole integrazione sia con Flash che con Acrobat PDF. Freehand 9 in Italiano sarà disponibile a partire da fine Marzo 2000, ma prenotandolo da noi entro il 29 Marzo 2000 potrete usufruire di offerte speciali.
Segnaliamo infine una interessante promozione, comprendente FreeHand 9, Flash 4, Dreamweaver 3 e Fireworks 3 tutti in Italiano ad un prezzo particolarmente interessante.
Macromedia Director 8 Shockwave Studio, leader nella realizzazione di applicazioni multimediali ricche di interazione, offre ora nuovi strumenti per una più facile gestione dei progetti, nuove funzioni per il Web grazie anche al programma Fireworks incluso e possibilità di gestire applicazioni con comunità di 1.000 utenti.
http://www.pico.it"

I nuovi PowerBook e Final Cut Pro.
I nuovi PowerBook dotati di Firewire richiedono, per funzionare correttamente con Final Cut Pro, l'aggiornamento a Sound Manager 3.6.3, questo secondo una Tech Info Library di Apple.

Airport Base Station, portachiavi e DHCP
Una TIL di Apple (http://til.info.apple.com/techinfo.nsf/artnum/n58604) informa che il software delle Airport Base Station versione 1.1 non supporta il client ID del protocollo DHCP.
Un'altra TIL (http://til.info.apple.com/techinfo.nsf/artnum/n58531) invece scrive che le password del sistema "portachiavi" di Mac OS 9, sempre riguardo l'utilizzo con Airport Base Station 1.1,non dipendono dal nome in rete utilizzato ma dal numero di IP, perciò se si utilizzano IP diversi non è consigliabile utilizzare il sistema del portachiavi.

Web ottimizzati.
Se curate il vostro sito o pagina web, e vi sembra che sia lenta a visualizzarsi in linea, è possibile che non dipenda solo dalla qualità della connessione ma dalla ottimizzazione del codice HTML e delle immagini. Leggo sulla mailing list di Active di un sito dove consigli e tecniche al riguardo vengono elargiti con grande profusione. Per approfittarne, puntare i browser verso http://webreference.com/dev/graphics/.


Venerdì, 25 febbraio 2000

Continuano ad arrivarmi messaggi riguardanti i CD-Rom allegati alle riviste e che spesso e volentieri possono essere utilizzati solamente tramite computer PC dotati di Windows, cosa deprecabile dato che spesso si tratta di opere particolarmente interessanti.
E' vero che le stesse riviste a volte allegano CD-Rom di cui anche noi possiamo goderne senza dover ricorrere all'uso di un PC o di un emulatore, specie se dobbiamo farlo solo per questo scopo, ma si tratta per lo più di occasioni saltuarie.
E' vero anche che per gli editori si tratta di pure questioni di marketing, che i CD non li producono le redazioni ma li acquistano belli "impacchettati" così come sono, e che buona parte delle colpe le si dovrebbero addossare a chi le opere le produce, che vuoi per pigrizia, per cecità o peggio ancora per una spesa minima aggiuntiva (ma davvero minima considerato il budget generale) non prende nemmeno in considerazione la possibilità di realizzarli in formato multipiattaforma, e la cosa è ancora peggiore se consideriamo che una buona parte di queste opere vengono realizzate su piattaforme Macintosh. Il colmo eh?
Allora bisogna "segnalare" a questi signori, che si dichiarano (o meglio spacciano) per produttori di opere multimediali, che la loro cecità, che sia informatica o economica, non va certo a vantaggio della loro professionalità e che di multimediale, in questo modo, resta loro gran poco.
Concordo che Apple non è mai stata in passato una piattaforma di largo consumo, ma avete visto quanta pubblicità di iMac e iBook c'è sulle riviste in questione, e quante schermate fanno chiaramente capire che le redazioni delle stesse sono zeppe di Macintosh per tutti gli usi?
Rimango dell'idea, pur spostando decisamente la mira verso i produttori dei CD-Rom, che le redazioni che li allegano alle riviste non sono però così incolpevoli come alcuni mi scrivono, visto che un minimo di scelta la possono fare. Mica ci saranno solo opere per Windows disponibili sul mercato, o no?
Dopo Panorama, l'amico Mauro Notarianni mi segnala che anche l'Espresso ha cominciato a rispondere alle mail di protesta, anche se il tono delle risposte non si discosta piu' di tanto da quelle della rivista concorrente.
Ribadisco l'invito: segnalatemi, se avete tra le mani CD-Rom prodotti solo per Windows, chi li produce, ma continuiamo a far presente alle redazioni delle riviste (e non ci sono solo Panorama o L'Espresso che si ritrovano spesso in questa situazione) che ci siamo anche noi.

[Prevenzione Virus] Pericolo Trojan Horse!?
Su Macintouch un lettore mette in guardia su alcuni file che si possono incontrare sui server HotLine e che potrebbero rivelarsi pericolosi "cavalli di troia", ovvero script o applicazioni molto pericolose camuffate con nomi allettanti ma che se lanciate sul Mac possono procurare danni anche molto gravi.
I file incriminati per ora individuati sarebbero "NetBarrier_1.6 updater", "Teen_Fuck.mpeg", "LolitaFuck.mpeg", "Virex 6.1 patch" e "Hotmail.com_Hack", alcuni dei quali installerebbero anche delle estensioni dentro la cartella sistema.
Navigatore avvisato...

Eudora 4.3.1 aggiornamento.
Qualcomm ha rilasciato l'aggiornamento di Eudora 4.3.1 per gli utenti registrati delle precedenti versioni Pro 4.x. Come certamente ricorderete la versione rilasciata da Qualcomm qualche giorno fa era invece l'installer completo del client di posta elettronica.

Sempre su Eudora, caratteristiche e FAQ.
Il simpatico Gabriele Caniglia ha aggiornato la sua pagina in italiano con le caratteristiche di Eudora, compresa la versione 4.3.1 appena rilasciata. Dalla stessa pagina si possono raggiungere anche le FAQ sull'ottimo programma di posta elettronica, con tanti consigli utili per utilizzarlo al meglio.
Gabriele ha inoltre realizzato ItalyPride, un plug-in, sempre per Eudora ma solo per la versione 4.2.2, almeno per ora, che "italianizza" in buona parte il programma senza toccare le risorse dell'applicazione. Un gran bel lavoro, che mi auguro venga adattato al più presto anche per la versione 4.3.1.

IBM ViaVoice.
Aggiornato il software di riconoscimento vocale IBM ViaVoice 1.0.2, che permette ai Mac di lavorare sotto dettatura come docili segretarie ed altro ancora (non prepara però il caffè...).
Di questo pregevole software siamo sempre in attesa di una versione localizzata in italiano.

Sulla sicurezza, dai virus ad Internet.
Il rinomato sito americano Macintouch ha aperto una rubrica particolarmente interessante dedicata alla sicurezza. All'indirizzo http://www.macintouch.com/security.html si possono trovare da alcuni giorni molte informazioni riguardanti i virus, le reti, e tutto quanto riguardi la sicurezza in Internet, compresi i problemi di spamming con la posta elettronica.

La saga del FireWire - 1.
La nuova linea di schede FireWire OrangeLink di OrangeMicro, per Mac ma anche per Windows, è ora disponibile sul catalogo dell'udinese Alias Srl. Con le nuove schede OrangeLink è possibile su qualsiasi computer dotato di slot PCI utilizzare periferiche FireWire e USB come telecamere e fotocamere digitali, oltre naturalmente a tutta la vasta gamma di periferiche USB.
Sono disponibili schede PCI con sole porte FireWire (prezzo al pubblico L. 145.000 Iva esclusa), FireWire/USB (L. 450.000 Iva esclusa) e FireWire/SCSI (L. 340.000 Iva esclusa), oltre ad una scheda PC Card FireWire (L. 420.000 Iva esclusa) ed a una nutrita serie di accessori.

La saga del FireWire - 2.
Da Western Digital in arrivo controller e dischi rigidi FireWire entro il prossimo mese. La linea comprenderà capacità che andranno dai 10 ai 30 GB e schede FireWire per slot PCI e PC Card.

La saga del FireWire - 2.
Fantom Drives ha dichiarato che tutti i suoi masterizzatori FireWire sono ora dotati di Adaptec Toast 4.0.1.1.

MacMail per rete AppleTalk.
Aggiornato MacMail 1.3, semplice ma efficace sistema client/server per la comunicazione nelle reti Macintosh. Tra i tanti pregi, oltre ai filtri e alle funzioni di ricerca, il fatto che è un software freeware.

Fotocamere digitali anche da Ricoh.
La nota ditta produttrice di macchine ed accessori fotografici Ricoh ha annunciato due nuove fotocamere digitali che si preannunciano molto interessanti. La Ricoh RDC-6000, 2,17 Mpixel con interfaccia USB e utilizzabile anche come WebCam, e la Ricoh RDC-7, 3,34 Mpixel con zoom 3x e possibilità di macro-riprese fino ad 1 cm.

Aggiornato il driver di iMate.
I possessori di Griffin iMate, il noto adattatore USB-ADB ottimo per l'utilizzo anche delle chiavi hardware di alcuni programmi come XPress sui nuovi Mac e iMac, possono scaricare il nuovo driver versione 1.8.

[Press Releases] Da Active Dataviz MacLinkPlus per iMac.
Gorizia, 24 febbraio 2000 - Active annuncia che Dataviz ha rilasciato il nuovo prodotto MacLinkPlus per iMac. MacLinkPlus per iMac è una versione di MacLinkPlus, il noto software traduttore di formati.
Questa versione è in grado di tradurre solamente verso AppleWorks, a partire da una vasta gamma di programmi per PC. MacLinkPlus per iMac permette inoltre di vedere il contenuto di ogni file di testo o grafica senza la necessita' di avere installato il programma in cui e' stato creato. E' anche in grado di aprire gli allegati che molte volte risultano illeggibili che si trovano allegati alle e-mail.
MacLinkPlus per iMac permette agli utenti di iMac di soddisfare la loro esigenza di compatibilità verso altre applicazioni ed altri sistemi operativi.
MacLinkPlus per iMac ha un prezzo di vendita di Lire 158.000 + IVA e sarà presto disponibile presso i rivenditori Apple.
Ulteriori dettagli tecnici sono disponibili sul sito Active.

Fax via Internet.
Da Internet è possibile inviare anche fax tramite un qualsiasi browser. Basta guardare il servizio offerto da Efax.com ai suoi utenti registrati (3$ al mese + 3$ di attivazione) per farsi un'idea di questa potenzialità della rete.

Mac OS X Server per Win 2000.
Da Helios l'annuncio di PCShare 3.0 per Mac OS X Server, che offrirà il supporto di condivisione volumi e stampanti anche ai client Windows 2000, oltre che a client con versioni precedenti di Windows (95/98/NT) e client Unix. PCShare 3.0, che si contraddistingue anche per le elevate prestazioni, supporterà i protocolli Microsoft, DHCP, WINS (e WINS proxy), SMB/CIFS.

Nuovi aggiornamenti per Mac OS 9 ITA.
Se utilizzate Mac OS 9 in italiano lanciate il pannello di controllo Aggiornamento Software e fategli cercare eventuali nuove versioni del software di sistema: verrà individuata la nuova versione di Aggiornamento Software 1.1.1 che tra le altre cose migliora la velocità degli aggiornamenti da Internet.
Sempre tramite il controllo Aggiornamento Software sono disponibili per il Mac OS 9 italiano le nuove versioni di Open Transport 2.6 e Mac OS Runtime for Java 2.2.

Nuovi sfondi.
Nuove immagini per la scrivania da MacDesktops, e questa volta i temi riguardano anche la sempre presente Lara Croft ed il mitico cartone Tazmanian Devil.

Sotto inchiesta Telecom e Galactica per ADSL.
L'Antitrust indaga sulle pubblicità ritenute ingannevoli su ADSL di Telecom Italia e Galactica. Secondo le associazioni che hanno richiesto a gran voce questo provvedimento, nelle promozioni dei due gestori verrebbero dichiarate prestazioni superiori a quelle ottenibili nella pratica, specialmente con le formule di abbonamento più economiche.

Nuova versione di eMerge.
Galleon Software annuncia il rilascio di eMerge 1.6.2, nuova versione del noto software per la gestione di mailing-list dal proprio computer, ideale per chi deve inviare informazioni a numeri elevati di indirizzi.
Sul sito è disponibile una versione demo.


Mercoledì, 23 febbraio 2000

AppleWorks 6 ordinabile.
Se desiderate mettervi in lista per avere il nuovo AppleWorks 6 (ex ClarisWorks) potete già farlo presso la normale rete di vendita Apple. La nuova versione della suite è già nei listini Apple Italia, al costo consigliato per il pubblico di L. 199.000.
Il nuovo AppleWorks 6 richiede un PowerMac con almeno 24 MB di RAM e Mac OS 8 o successivi.
Tra le funzionalità aggiuntive, un nuovo ambiente per la creazione di presentazioni multimediali, con la possibilità di importare filmati QuickTime e iMovie, e grazie ad un collegamento ad Internet è possibile accedere ad un archivio di oltre 25.000 immagini liberamente importabili nei documenti.
Una versione per Windows 95/98, solo in inglese per ora, è prevista entro la prossima primavera.
Per il momento è possibile ordinare solo la versione completa, ma saranno disponibili a breve anche versioni "Education" e "Volume Licensing".
Se desiderate maggiori info sul prodotto, valida alternativa ad Office di Microsoft: http://www.apple.com/appleworks/ (sul sito Apple Italia è descritta ancora la versione 5)

Plug-in per iMovie.
L'amico Emanuele Trussoni, che ringrazio, mi scrive per dirmi che sono usciti un bel po' plug-in per iMovie con nuovi effetti per le titolazioni e le transizioni. Pesano solo 54k e sono scaricabili gratuitamente da www.apple.com/iMovie. Funzionano sia con iMovie ITA che USA anche se serve almeno la versione 1.0.1.

[Press Releases] Active distribuisce iBook Bag di dr. Bott
Gorizia, 22 febbraio 2000 - Active annuncia di avere iniziato la distribuzione delle borse per iBook realizzate dalla dr. Bott. Le borse sono state create appositamente per gli iBook della Apple e vengono realizzate nei colori Tangerine - BlueBerry e Grafite.
E' un peccato avere un portatile così bello e farlo sparire in una borsa anonima: l'iBook Bag, è realizzata appositamente per lui!
E' bello pavoneggiarsi con un iBook in mano ma si deve prestare attenzione a non rovinarlo, urtarlo o, peggio ancora, farselo rubare, senza perdere però quel piacevole senso del colore per cui è stato acquisito.
L'iBook Bag non è solo bella, è anche stata realizzata su principi solidi usando materiali solidi. Una spessa imbottitura la protegge contro colpi accidentali. La parte inferiore ed i bordi sono protetti da una schiuma protettiva a cellule chiuse. I bordi hanno anche una schiuma a cella chiusa, per sentirla più soffice sui fianchi, durante il trasporto. L'esterno è in nylon water resistant e Dupont Cordura®. Le tasche imbottite permettono di alloggiare l'alimentatore e un drive aggiuntivo.
Due ampie tasche aventi la dimensione di una lettera, una sul davanti ed una sul retro, permettono di tenervi organizzati. Nella tasca anteriore ci sono gli alloggiamenti per il vostro cellulare, il libretto degli assegni o strumenti per la scrittura.
Le impugnature sono rivestite in pelle e sono tenute assieme per ridurre la fatica sulle mani.
La tracolla regolabile si aggancia alla borsa per permettere un trasporto senza fatica.
iBook Bag è disponibile oltre che nei classici colori Tangerine e Bluberry, anche nel nuovissimo Grafite, adatto anche per il trasporto dei Macintosh PowerBook G3.
iBook Bag si trova in vendita presso i rivenditori Apple in tutta Italia.
Per ulteriori informazioni: www.active-software.com
Per ricevere una immagine Jpeg delle borse inviare a: active@active-software.com una email vuota avente come soggetto: borse colorate

Panorama risponde.
In molti mi avete scritto per segnalarmi la risposta "automatica" della redazione di Panorama a chi tenta di protestare per i CD-Rom solo per Windows, risposta che ho ricevuto anch'io e mi ha lasciato molto perplesso, specie la parte dove dice che in futuro, *quando possibile*, cercheranno di privilegiare edizioni multipiattaforma. Quando possibile?
Realizzare un CD-Rom multipiattaforma ben poco in più sulla spesa complessiva per la realizzazione di un opera, più difficile vincere l'ignoranza, la poca professionalità e la pigrizia di chi questi CD-Rom li realizza, e naturalmente anche chi li sceglie per la distribuzione ha la sua buona dose di "meriti".
Vorrà dire che io, nel mio piccolo e *quando possibile* ovvero sempre, mi rifiuterò di acquistare riviste che offrano CD-Rom "razzisti", solo per Windows, e cercherò di convincere chiunque a fare altrettanto, quindi NON ACQUISTATE QUELLE RIVISTE CON CD-ROM ALLEGATI IN VERSIONE SOLO PER WINDOWS, ma non acquistatela nemmeno nella versione senza l'allegato, e quando ne vedete una in edicola non esitate a scrivere alla redazione. Prima o poi diventeranno più accorti sui formati delle opere da distribuire.
Eccola la risposta "modello ciclostile" della redazione di Panorama in tutta la sua bellezza:

"Caro lettore,
come probabilmente Lei immagina, la nostra azienda non produce cd rom, si limita ad allegarli a Panorama (previa verifica qualitativa) selezionandoli in modo da venire incontro al maggior numero possibile di utenti.
Purtroppo, la produzione internazionale di cd rom è concentrata sul sistema Windows.
Ciò non toglie che in futuro, ogni qualvolta sarà possibile, verranno privilegiate edizioni fruibili da entrambi i sistemi.
La ringraziamo per l'attenzione con cui segue le nostre iniziative e Le porgiamo i nostri cordiali saluti.
Redazione Panorama Roma"

PS: Continuiamo a protestare alle redazioni di Panorama (panorama@mondadori.it) e de l'Espresso (espresso@espressoedit.it), e se vi capitano tra le mani questi famigerati CD-Rom solo per Windows cercate di capire chi li produca e segnalatemi i loro indirizzi e-mail, web o postali, che questi cono ancora più ciechi delle redazioni delle riviste.

Macromedia Road Show.
Volete vedere all'opera i prodotti Macromedia per la grafica e per il Web? Macromedia ha organizzato Macromedia Road Show, con dimostrazioni dal vivo di Freehand 9 e Director 8. Maggiori informazioni e il programma dettagliato della manifestazione sul sito di Macromedia, dove ci si può iscrivere gratuitamente ad una delle tappe, molto consigliato visti i posti limitati.
Ecco le date e tappe italiane:

Nuovo Palm IIIc, tutto a colori.
Schermo TFT a 256 colori e Palm OS 3.5 sono le caratteristiche del nuovo modello di Palm IIIc annunciato ieri. Normalmente non parlo di Palm, oggetti che non amo molto, ma in questo caso si tratta di un modello destinato sicuramente, per le sue caratteristiche, a lasciare un segno profondo nella storia dei palmari (ancora nulla, comunque, rispetto il glorioso Newton).
Il costo del nuovo Palm IIIc (cliccate sull'immagine se volete vederlo un po' più grande) è stato annunciato per poco meno di 500 $.

VirtualPC 3.0 incompatibile con PowerPrint 5.
Il supporto tecnico di InfoWave informa che PowerPrint 5.0, il pacchetto per poter stampare da Macintosh su un numero vastissimo di stampanti normalmente solo per PC, è incompatibile con VirtualPC 3.0, l'emulatore PC di Connectix.

Timbuktu Pro 2000 beta.
Alla Netopia stanno lavorando per rendere compatibile Timbuktu Pro con Windows 2000, e sembra che siano sulla buona strada. Una nuova beta infatti è stata rilasciata, e questa permette il dial-up diretto via modem con altri PC o con Mac che utilizzino la versione corrente di Timbuktu Pro.

iBook e i dischi rigidi danneggiati.
Pare ci sia un problema sugli iBook che riguarderebbe il danneggiamento dei dischi rigidi (la forma è scaramantica, il mio iBook almeno per ora non presenta, dopo diversi controlli, nessun problema al disco rigido), problema in merito al quale Apple ha chiesto la collaborazione degli utenti invitandoli a partecipare ad un forum di discussione.

I nuovi giornali? via e-mail.
Repubblica in un articolo di Riccardo Staglianò riporta i dati di un convegno americano secondo cui il futuro dei giornali sarà attraverso la posta elettronica.

Grauso-piglia-tutto.
Sempre su Repubblica, un articolo parla di Grauso, imprenditore sardo noto per VOL e molte altre vicende legate alle telecomunicazioni e non solo, che recentemente ha registrato, spendendo un sacco di miliardi, oltre 500.000 indirizzi di dominio fatti di nomi e cognomi.
Anche a livello governativo stanno cercando di intervenire per evitare che Grauso possa compiere qualche "bizzarria", ma è stata proprio la legislazione in materia, certamente non chiara, a permettere all'imprenditore di fare quello che ha fatto.
Registrazioni casuali, dice Grauso, senza alcun riferimento a nomi e/o cognomi di persone note, ma sicuramente gatta ci cova....

Nuovi accessori VST per PowerBook.
VST, nota per gli accessori per la espandibilità dei PowerBook, è in procinto di rilasciare diversi ed interessanti nuovi prodotti per i PowerBook G3 "FireWire" (dalla caratteristica principale che li distingue dalla precedente serie, velocità del processore a parte). Si tratta di dischi rigidi fino a 18 GB, lettori Zip da 250 MB, masterizzatori riscrivibili, tutti naturalmente installabili nell'expansion bay dei portatili.

MP3 in festa.
Rilasciato Audion 1.5, nuova versione di un ottimo software shareware (17,95 $) per l'ascolto dei file musicali formato MP3.

Gestione delle stampanti in rete.
Per le reti AppleTalk è stata rilasciata una nuova applicazione, PrinterMate di B and B Software, che permette il controllo delle stampanti AppleTalk in rete.

Nuova versione di Netscape.
E' stato rilasciato da poche ore Netscape Communicator 4.7.2, nuova versione della suite per Internet nata attorno allo storico browser Netscape Navigator.

Disponibile Dave 2.5.1.
Thursby ha reso disponibile, per gli utenti registrati, l'aggiornamento di Dave 2.5.1.


Lunedì, 21 febbraio 2000

Siamo partiti decisamente male, ma siamo solo all'inizio, c'è tutto il tempo per rifarci. In una regata "muta" per lo sciopero dei giornalisti ho scoperto che ci si capisce quasi di più, per quanto mi riguarda almeno dato che sono un profano assoluto della vela, ascoltando i dialoghi in diretta sulle due barche, specie da quelli di De Angelis e soci.
Questo senza togliere nulla, per carità, ai giornalisti e ospiti vari che commentano normalmente le regate, ma se si rivolgessero anche ai non addetti ai lavori sarebbe tutto molto più semplice e avvincente.
Di nuovo in acqua stanotte e... forza Luna Rossa!

Il ritorno di PowerVolpino.
L'amico Daniele Volpi, dopo una breve assenza dovuta a problemi informatici uniti a malanni più o meno di stagione, ritorna a pubblicare due interessanti servizi che sono ben felice di presentarvi.
Se volete scrivere due righe a Daniele, così lo tirate su di morale e guariscono presto (lui ed il suo Mac), il suo indirizzo è volpi@tor.it, sono certo che un incoraggiamento gli farà piacere!

Intervista a Livio Valdemarin di Active Software:
"Chi trova un amico trova un tesoro; io ho un caro amico di email con il quale ho scambiato quattro chiacchiere. Ho pensato che le risposte potessero interessare anche altri che, come me, fanno il tifo per le macchine della mela. Diciamo che il buon Livio Valdemarin, che ha sopportato la mia saccenza, si presenta come un'autorevole testimone di quella che è stata la realtà della nostra piattaforma e di quello che potrebbe esserlo in futuro. Una testimonianza dal "campo di battaglia" insomma..."

Recensione di SEGRETI, SPIE E CODI(CI)CIFRATI:
"Capita, qualche volta, di gironzolare il libreria senza avere ben preciso nella mente un libro da acquistare. Io lo faccio molto spesso, se devo dire la verità, ed in questi casi mi perdo sfogliando numerosi volumi e cercando qualcosa di interessante da portare a casa... Questa volta non sono tornato a mani vuote. Ho scovato questo "SEGRETI, SPIE E CODICI CIFRATI" in un angolino..."

Onore delle armi per IX MICRO, che chiude i battenti.
Fine dei giochi per IX MICRO, conosciuta anche come Integrated Micro Solution, che cessa tutte le attività. Grande protagonista delle schede video dei Macintosh di fascia alta, basti ricordare la gloriosa Twin Turbo che onora ancora con le sue prestazioni i numerosi PowerMac 9600 ancora in attività, compreso quello del sottoscritto.
Poi Apple decise di passare, per economicità e diffusione, alle schede video di ATI e per IX MICRO, non so se solo per la scelta di Apple o se ci furono altri fattori contingenti, iniziarono i tempi bui.
Per cercare di rimanere in piedi, ad IX MICRO pensarono bene di rivolgersi anche al mercato delle schede TV, ben note le economiche TurboTV (anch'essa sul mio 9600) e ixTV, e al mercato dei giochi con le schede di accelerazione 3DFX, ma non riuscirono mai ad essere competitivi ed il declino, fino alla svolta di questi giorni, fu inevitabile.
Onore delle armi, quindi, per una società che ha contribuito alla storia recente dei computer Apple.
La nota dolente tutti coloro che ancora utilizzano prodotti IX MICRO, che a quanto pare non godranno più di alcun supporto e tanto meno di aggiornamenti, bisogna solo sperare che il software ed i driver attuali risultino compatibili anche per le successive versioni dei sistemi operativi.

Ancora CD-Rom, ancora solo per Windows.
Ormai in molti ambienti informatici ci si lamenta, e non a torto, dei CD-Rom allegati settimanalmente alle riviste e leggibili solo da Windows, una vera e propria forma di discriminazione. Capisco quando il Mac era relegato ad una nicchia professionale ma ora, che con iMac e compagnia bella lo si trova tra un po' al supermercato tra conserve e surgelati, sarebbe il caso che le redazioni delle riviste cambiassero atteggiamento e rispondessero positivamente alle già numerose proteste che hanno ricevuto in più riprese, perché tanto poi, gira che ti rigira, alla fine sono sempre gli stessi.
Si era già parlato del CD-Rom *solo per Windows* offerto ai lettori dell'Espresso, ma ora ci si mette anche Panorama ad allegare al settimanale i suoi CD sull'arte, che sarebbero pure pregevoli se non costringessero la gente ad avere un PC per leggerli.
E' vero che le redazioni non producono queste opere ma le acquistano da terzi, ma potrebbero per lo meno metterci un po' più di attenzione, visto che più di una volta sono state bersagliate da quintali di messaggi di lettori Mac-user incazzati.
Forse è proprio il caso di insistere ancora, per cercare di fargli capire che piacerebbe anche a noi poter apprezzare questi CD-Rom. Se volete contribuire alla protesta in atto, inviate una e-mail (e non siate troppo teneri) a panorama@mondadori.it e a espresso@espressoedit.it.
Inutile dirvi che, per non essere quello che lancia il sasso e nasconde la mano, io l'ho già fatto...
Aggiungo inoltre che, oltre che ai signori delle redazioni che distribuiscono questi CD-Rom, bisognerebbe protestare ancor più duramente con chi i CD-Rom li produce, che per questione di pochi quattrini (in fase di realizzazione fare un CD-Rom multipiattaforma a questi livelli costa davvero un'inezia in più) ci impediscono di poter disporre di questi materiali.
Se per caso vi capitano tra le mani copie di questi CD-Rom, guardate un po' chi li realizza e scrivetemelo, magari con i loro indirizzi e-mail, che organizziamo una simpatica valanga di letterine anche per loro... (Grazie a Mauro Notarianni - Macintosh Magazine per la segnalazione)

Virex 6.1 versione definitiva.
Rilasciata nel fine settimana la versione definitiva di Virex 6.1, che garantisce il pieno supporto a Mac OS 9 ed in particolare agli utenti multipli. Disponibile un upgrade gratuito per gli utenti registrati, attenzione però che il download richiede una password, che gli utenti registrati dovrebbero avere, e potrebbe non funzionare con tutte le versioni dei browser Internet.

I segreti dei nuovi PowerBook, G4 ed iBook.
Apple ha rilasciato nuove note rivolte agli sviluppatori con informazioni dettagliate sulle caratteristiche dei nuovi PowerBook, G4 ed iBook presentati a Tokyo la scorsa settimana. Per chi vuol entrare nei dettagli...

Pagamenti facili su Internet
Che il commercio elettronico stia prendendo sempre più piede non è certo una novità, ma andate a leggere in questo articolo di Repubblica che cosa si sono inventati per fare qualcosa di nuovo.

Tante nuove risposte ai quesiti di Mac.
Mi scrive Gabriele Gobbo di ITALIAMac per segnalarmi le nuove iniziative del rinnovato sito per utenti Macintosh:

"Tante nuove risposte ai quesiti di Mac.
Italia Mac pubblica oggi tanti trucchi e consigli sull'uso del vostro amato Mac rispondendo alle lettere degli utenti. Gli argomenti toccati sono, tra gli altri: Mac e Internet Banking, Upgradare un 7200, Diventare rivenditori Apple, Monitor esterno su iMac.
http://www.italiamac.com"

iMac bricolage.
"Che cosa mi sono inventato per avere sia l' iPort della Griffin che una scheda mezzanine nell'iMac...". Con queste parole inizia una pagina web dell'amico Lello che è riuscito, con non poca perizia, a far convivere due schede in un iMac che non le dovrebbe contenere, almeno in teoria.

Da FWB nuovi RealPC 5.1 e SoftWindows 98 5.1.
FWB ha rilasciato la nuova versione di RealPC 5.1 ed ha annunciato per le prossime settimane SoftWindows 98 5.1.

La storia del MultiFinder.
Aprire contemporaneamente più applicazioni è una prerogativa dei sistemi operativi moderni, e seppur implementata da parecchi anni, in Mac OS (anche nelle ultime versioni) questa caratteristica non è mai brillata rispetto ad altre piattaforme. Andrà meglio con Mac OS X sicuramente.
Se volete saperne di più sull'argomento vi consiglio il sito web di Luca Accomazzi, noto giornalista e consulente..

Nuova versione di Secret Folder.
Gli amici di OneApp Software mi scrivono per informarmi di aver rilasciato la nuova versione di OneApp Secret Folder 1.4.1, che risolve alcuni problemi minori della versione precedente, in particolare con Mac OS 9 e con i nuovi G4.
Secret Folder, vi ricordo, è una utility shareware semplice ma molto efficace per mettere lontano da occhi indiscreti documenti e cartelle sui vostri Macintosh.

Windows Open Source? Naaaa....
Punto informatico, in un articolo, informa di come la softwarehouse di Bill Gates non abbia più intenzione, contrariamente a quanto rumoreggiato in precedenza su vari siti, di rendere il codice di Windows (o parte di esso) libero, come vorrebbe la nuova filosofia Open Source. Che Bill non voglia che qualche volenteroso vada a tappare le più di 63.000 falle segnalate per Windows 2000?


Venerdì, 18 febbraio 2000

Stanotte (tra venerdì e sabato) si ricomincia con le ore piccole per Luna Rossa.
Il sottoscritto, che come molti ormai ben sapranno è stato colto dal virus della vela pur non capendocene nulla, non si perderà nemmeno un soffio di vento anzi, farà un tifo sfegatato per i colori del team Prada.
Se le prossime edizioni saranno più assonnate del solito, date la colpa ai neozelandesi... :-)

Anche Tokyo è passata.
Del Keynote di Jobs a Tokyo se n'è parlato meno del solito. Comprensibile, questa volta le novità non sono così eccitanti, anche se qualche cosa di abbastanza interessante è venuta fuori dalla fiera nella terra del sol levante.
Nessuna nuova sul fronte iMac, nessun nuovo modello di PowerBook (il tanto atteso Pismo) ma l'evoluzione dei due modelli già in commercio che salgono a 400 e 500 MHz (prima erano 333 e 400), tutti e due hanno il DVD di serie (prima solo il 400) e aggiungono la FireWire di serie, diventando così strumenti multimediali a tutti gli effetti anche per un utilizzo specializzato.
Anche i G4 "crescono", la velocità minima passa da 350 a 400 MHz, la massima invece da 450 va a 500 MHz.
Oltre all'iMac ora c'è anche l'iBook in versione Special Edition: 366 MHz, 64 MB di RAM e HD da 6 GB racchiusi in una nuova "conchiglia" color graffite, proprio come l'iMac DV SE. Un iBook serio insomma, decisamente bello, anche se tutto sommato il mio" aranciolone" lo preferisco ancora proprio per la sua "spensieratezza".
Naturalmente tutte le specifiche dei vari modelli e i relativi prezzi potete andarvele a leggere direttamente sui siti Apple USA o Apple Italia.
Si rinnova anche la linea dei server di rete, parallelamente alla crescita dei G4.
Rimandata quindi la novità più attesa, ossia il PowerBook "Pismo", molto probabilmente lo vedremo più avanti, magari presentato assieme a Mac OS X questa estate.
Contrariamente al passato, questa volta le nuove configurazioni dovrebbero essere disponibili subito: così informa la stessa Apple e speriamo che sia davvero così, nelle ultime occasioni di aumenti di clock dei processori tra la presentazione e le consegne sono passati parecchi giorni.
La nota dolente è che, contrariamente al passato, per effetto delle svalutazioni monetarie i prezzi saranno leggermente superiori rispetto le configurazioni che vanno a sostituire, e chi ha ordinato un G4350 MHz, tanto per fare un esempio, si vedrà arrivare un G4 400 MHz ma dovrà pagare una minima differenza.
Tra nuove caratteristiche e dotazioni in termini di memoria, a mio avviso, ne vale comunque sicuramente la pena.

Anche Apple Italia in versione iTools.
Potrei dire che alla Apple hanno letto le mie lamentele in merito alla differenza tra il sito web di Apple Italia (e non solo quello italiano) rispetto a quello USA. Temo piuttosto che sia solo per una coincidenza fortuita che il giorno dopo il sito di Apple Italia sia stato rinnovato nella veste grafica, ed ora è sullo stesso stile di quello della casa madre.
Ci stanno lavorando ancora sopra, come si può ben capire dai pezzi non ancora tradotti e da alcune parti rimaste purtroppo ancora da aggiornare specialmente nei contenuti, ma ho apprezzato lo spirito e quindi ritiro ben volentieri la mia polemica.

Nessun aumento di canone, almeno per ora.
Riguardo alle presunte richieste di un super-canone da parte di Telecom Italia nei confronti di quegli utenti che decidessero di passare alla concorrenza, motivate come ricordo dall'eventuale mancato guadagno dell'ex monopolista, arrivano dichiarazioni rassicuranti sulla non volontà dell'Authority di autorizzare questa ennesima manovra sanguisuga, come scrive il ben informato Telefonino.net (grazie a Federica Arnolfo):

"Nessun aumento per il canone di Telecom Italia 16 febbraio 2000
Il dibattito di ieri sul listino di interconnessione presentato da Telecom Italia, svoltosi a Bruxelles fra il commissario europeo alla concorrenza Mario Monti ed il presidente dell'Authority Enzo Cheli, rimbalza nel consiglio dell'organismo di garanzia riunito ieri sera a Napoli.
'Una discussione la faremo sicuramente - ha confermato il commissario Paola Manacorda prima di entrare in Consiglio - Il Presidente ci riferirà di questo colloquio'.
Ma discussione a parte, appare certo che l'Authority non potrà soddisfare, almeno a breve termine, la richiesta dell'eurocommissario Monti che si è mostrato preoccupato per gli squilibri del mercato legati, a suo giudizio, soprattutto al deficit per l'accesso a carico di Telecom Italia (4.000 miliardi).
Sul delicato argomento il commissario Manacorda ha infatti chiarito che 'è sicuro che, con la fine del regime dei prezzi, l'Autorità, in via amministrativa, ritocchi al canone non ne può fare'. Manacorda ha anche aggiunto che 'il riequilibrio resta un processo lento, non solo in Italia, e che anche in altri paesi europei un po' di deficit per l'accesso è rimasto a carico dell'operatore dominante'.
Telefonino.net / Asca"

[Press Releases] Active distribuisce iTview DV.
Da Active una notizia importante per i possessori di iMac DV, che grazie a questo prodotto di Focus potranno visualizzare su TV lo schermo del Mac, quindi anche i film in DVD:

"Gorizia, 14 febbraio 2000 - Active annuncia di avere iniziato la distribuzione in Italia di iTview DV della Focus Enhancements.
Focus Enhancement è l'azienda leader mondiale nella tecnologia della conversione video. I loro prodotti TView sono quanto di meglio si possa trovare per la visualizzazione su un TV dello schermo di un PC.
Focus è da sempre particolarmente attenta al mercato Apple e con i•TView DV fornisce ai diffusissimi iMac DV la possibilità di utilizzare qualunque televisore per vederne lo schermo.
Invece di avere due o tre studenti davanti al monitor, tutta la classe può vedere cosa succede su un grande televisore.
Se utilizzato in casa sarà possibile vedere direttamente sul televisore in grande formato i filmati DVD, navigare in Internet e giocare.
TView DV è anche lo strumento ideale per registrare su nastro i filmati realizzati con iMovie. Ora gli studenti possono registrare la propria cassetta e portare a casa il lavoro che hanno realizzato a scuola.
TView DV è anche la soluzione per chi deve effettuare presentazioni aziendali, per i grafici che devono mostrare al cliente il proprio lavoro e per l'addestramento supportato da un computer.
La tecnologia Focus permette di avere una ottima visione con risoluzioni fino a 1024 x 768. Grazie alla tecnologia TrueScale® la compressione dell'immagine avviene in modo uniforme, senza alcuna perdita di qualità.
Il software esclusivo di i•TView DV permette all'utente di controllare l'immagine TV per ottenere la massima qualità. Sono compresi i controlli di luminosità, contrasto e nitidezza ed è presente anche uno zoom.
TView DV funziona con qualunque iMac DV (sia colorati che grigio antracite) con Mac OS 8.x o successivi.
Per ricevere in automatico una scheda tecnica in Pdf, inviate una e-mail avente come soggetto Focus ad active@active-software.com. Sito Internet: http://www.focusinfo.com
Per maggiori informazioni o per contattare Active: livio@active-software.com - www.active-software.com"

I Beatles sul desktop.
Il quartetto di Liverpool sono uno dei nuovi temi proposti da MacDestop come sfondi di scrivania per il Mac.

Modem GSM anche per USB.
Utile soprattutto ai possessori di iBook, sprovvisti di slot PC Card, presso Alias è disponibile il nuovo modello di modem Digicomm Palladio USB per la comunicazione tramite cellulari GSM.
Il modem, completo di cavo USB e di quello per la connessione al cellulare, è compatibile con diversi modelli di telefoni Ericsson, Nec e Nokia.

Libri in rete anche in Italia grazie ad Amazon.
Chi non conosce la più grande libreria on line? Ora è pronta per sbarcare in Italia, e questo articolo di Repubblica ne descrive le intenzioni. (Grazie a Federica Arnolfo)

La nuova versione di Eudora 4.3.1.
Se avete scaricato la nuova versione di Eudora 4.3, mi auguro che non l'abbiate cestinata quando vi vi siete accorti che era difettosa. Se non avete ancora scaricato la versione 4.3.1, per non dover rifare il pesante download di circa 6 MB, dopo essersi scusata Eudora ha rilasciato una patch (link per il download) di soli 119 KB che mette a posto le cose nella versione 4.3, aggiornandola a 4.3.1.
I possessori di una versione registrata di Eudora Pro 4.x possono invece risparmiarsi tutto il corposo download: entro breve Eudora dovrebbe rilasciare un aggiornamento gratuito.

Tiscali guarda l'Europa.
Scrive Tariffe.it che Tiscali ha acquisito un importante Internet Provider in Belgio ed è in trattative per fare la stessa cosa in Germania. Progetti europei quindi per il provider tra i primi in Italia ad offrire connessioni gratuite, con l'ambiziosa idea di creare un network europeo per erogare servizi Internet ad alte prestazioni, grazie alle fibre ottiche.

GraphicConverter, nuova versione.
Aggiornamento anche per la nota applicazione shareware GraphicConverter 3.8, nata come semplice convertitore di formati grafici (ne riconosce veramente un'infinità) e ampliata nel tempo con importanti possibilità di manipolazione delle immagini.

La RAM dei nuovi PowerBook.
Se avete un PowerBook G3 di recente produzione, anche un Lombard 400, e volete sostituirlo con un nuovissimo modello tra i due presentati ieri l'altro, tenete presente che non potrete "travasare" la RAM tra i due portatili. I PowerBook G3 fino alla penultima edizione utilizzavano della RAM SO-DIMM PC66, mentre i due nuovi modelli richiedono delle PC100, apparentemente identiche ma più performanti.
La stessa Apple consiglia caldamente di utilizzare moduli di RAM appropriati.

Presentato Windows 2000.
In questi giorni si tengono ovunque, anche in Italia, presentazioni del nuovo Windows 2000. Tutto affacciato ad Internet, ma non è certo una novità, il nuovo sistema operativo di Microsoft contiene caratteristiche sulla carta che potrebbero essere anche molto interessanti.
Il condizionale è d'obbligo, conoscendo l'instabilità cronica e la copiosità di "bachi" delle novità in casa Microsoft, non rimane altro che aspettare che gli utilizzatori manifestino le loro impressioni.
Non mancano comunque le prime polemiche in seno ai tradizionali utilizzatori di sistemi Microsoft: pare infatti che per ottenere con Windows 2000 le stesse prestazioni di NT, a parità di computer occorrano più di 200 MB di RAM aggiuntivi.

Vi mancano FireWire e USB?
Se utilizzate "vecchi" G3 o PowerMacintosh, purché provvisti di slot PCI, potete togliervi la voglia di periferiche USB e FireWire contemporaneamente, ed occupando un unico slot, grazie alla nuova scheda RapidFire di PowerLogix, ditta nota a tutti per le sue ottime schede di aggiornamento processore. Prevista per marzo, dovrebbe costare 150-170 $.


Mercoledì, 16 febbraio 2000

In attesa del "solito" Keynote. di Jobs.
Tutti con le orecchie bene aperte, anzi, con i browser già puntati verso i principali siti di news americani e giapponesi perché stanotte alle 3 (quando scrivo queste news è "solo" l'una passata) Jobs aprirà ufficialmente il MacWorld di Tokyo.
Dai vari siti che leggo quotidianamente ci si aspetta di tutto un po': nuovi PowerBook "Pismo", iBook pompati e superdotati, G4 fino a 500 MHz e chissà cosa d'altro.
Non so se reggerò fino a quell'ora ed oltre, più probabile che scriverò le cose più salienti durante la giornata o il fine settimana, anche perché non vorrei rimanere deluso. Non che mi dispiaccia l'uscita di nuove varianti delle macchine in produzione, ma questa corsa al MHz mi ha un po' annoiato e preferirei assistere ad una rivalutazione del mercato professionale, a mio avviso trascurato un po' troppo e da troppo tempo.
Farei un sobbalzo di giubilo se vedessi una macchina multiprocessore, evento che appare sempre più come una chimera, o nel vedere una grande profusione di iniziative nei confronti di Mac OS X Server e di AppleShare IP, o di quello che diventeranno entro breve purché non ci si scordi che ci sono utenti che aspettano ancora delle soluzioni per non trovarsi costretti a migrare verso altre piattaforme.
Soprattutto, almeno per questa volta, vorrei non vedere altre "americanate" (in quanto pensate e gestite ad uso e consumo dei soli utenti USA e Canada) come le grandi attrazioni da fiera dei balocchi che troneggiano sul sito di Apple.
Tra gli effetti della nuova avventura di Jobs c'è stato, per qualche mese, l'aggiornamento simultaneo o quasi dei siti localizzati rispetto a quello principale: il sito di Apple Italia era uguale identico a quello USA, solo tradotto. Era una bella sensazione, uno spiraglio di luce per il nostro mercato e quello di altri paesi specialmente europei che scoprivano nel web un ottimo e importante veicolo.
Ora il sito USA di Apple va avanti, noi no, e non è una sensazione piacevole, almeno come utente.
Prima l'utente Apple italiano o tedesco, giusto per rimanere in Europa, poteva ritenersi allo stesso livello di uno statunitense o giapponese, ma dall'arrivo di iTools e compagnia bella le cose sono decisamente cambiate.
Apple sempre più misura degli statunitensi e gli altri di serie B? Mi auguro di potermi smentire da solo nelle prossime ore.
(Siete dello stesso parere? No? Scrivetemi!)

L'uso improprio delle mutande, secondo Telecom.
Leggo proprio ora grazie alla mailing list di Tariffe.it, fonte sempre più preziosa sul fronte della telefonia fissa e mobile, che Telecom Italia ha proposto ufficialmente all'Authority un super-canone a titolo di indennizzo per tutti coloro che vorranno abbandonare l'ex monopolista in favore della concorrenza. Si tratterebbe (non è ancora stato quantificato) di un surplus annuo di L. 180.000 motivate dal mancato guadagno per l'utilizzo dei propri cavi. Nelle scorse settimane sempre la stessa Telecom Italia aveva comunicato, interpellata sullo stesso argomento, che non avrebbe ostacolato in alcun modo tutti coloro che vorranno effettuare il cambio del gestore.
Dalle parti di mia moglie si apostroferebbe tutta la faccenda con un "avere le mutande in testa" o con un più terra-terra ma sicuramente più efficace "avere la faccia al posto del c... sedere!".
Continuo a rinforzare la mia tesi su tutta questa faccenda: o Colaninno entrando nei vertici Telecom è rimasto vittima di un virus che da sempre affligge la società di telecomunicazioni, oppure tutti i bei discorsi al momento della riuscita dell'OPA su Telecom erano solo bolle di sapone, di brevissima durata.
Rimane evidente che, virus o malafede che sia, per Telecom Italia qualsiasi cosa succeda a rimetterci devono essere solo e sempre gli utenti, e che quando si può prenderli per i fondelli, gli stessi utenti sanguisugati da anni di canoni ingiustificati e tariffe da paura, non si tirano indietro, mai.

Disponibile Eudora 4.3, ma c'è un problemino.
Dopo numerose beta pubbliche, che già preannunciavano le nuove caratteristiche, Qualcomm ha rilasciato Eudora 4.3, nuova versione del più popolare software per la posta elettronica.
Immediatamente scaricata, la nuova versione presenta però un problema con l'installer, che se avviato si chiude con un errore -199, problema segnalato anche da altre fonti. Al momento, sul sito di Eudora, una scritta avvisa che la versione Macintosh è temporaneamente non disponibile.
Vi raccomando quindi di scaricare la nuova versione di Eudora Pro 4.3 solo se si è certi che si tratta della versione corretta, che sicuramente metteranno in linea entro brevissimo, in sostituzione di quella presente al momento in cui scrivo questa news.
Se nelle prossime scoprite che è stata rilasciata una versione corretta e riuscite a scaricarla e a provarla, scrivetemi le vostre impressioni.
Da questa nuova versione, Eudora perde il suffisso Pro (ma non le caratteristiche professionali, anzi, quelle le aumenta) per diventare semplicemente Eudora Mail 4.3. Come già scritto altre volte, non esistono più diverse versioni Pro (pagamento) o Light (gratuito), ma è la stessa unica applicazione che permette di essere utilizzata in 3 differenti modalità:

Di Eudora Mail qualche tempo addietro avevo pubblicato alcuni shreenshot che evidenziavano le nuove caratteristiche del programma, tra cui ricordo l'anteprima del contenuto del messaggio e la compatibilità con il "portachiavi" di Mac OS 9.

ULTIMA ORA (EUDORA 4.3)
Nonostante sul sito di Eudora sia ancora indicata al momento in cui scrivo (sono quasi le 3) come non disponibile la versione per Macintosh di Eudora 4.3, se si effettua il download si scarica una versione aggiornata, Eudora 4.3.1, che non presenta più i problemi descritti nella news precedente. Questo è il link se volete effettuare il download direttamente (installer completo, sono più di 6 MB).
Sembrerebbe previsto per i prossimi giorni un aggiornamento per gli utenti registrati di Eudora Pro 4.x.

LinuxPPC sempre più facile.
Annunciata la nuova versione di LinuxPPC 2000, che si prospetta ancor più facile da installare, superando così un duro scoglio che ne impediva la diffusione.
Se sono tanti gli utenti Mac che avrebbero volentieri provato un sistema simil-unix, l'installazione non proprio amichevole di LinuxPPC (e di tutte le versioni di Linux in genere) ostacolava in partenza qualsiasi fantasia, facendo desistere quasi subito molti temerari.
Ora la nuova interfaccia grafica di installazione, derivata direttamente dalla Red Hat 6.1, agevola la procedura di tutto il processo di installazione e prima configurazione, rendendo il sistema operativo accessibile anche ai meno esperti. Ovviamente un minimo di conoscenza di Unix è indispensabile per poter iniziare, ma almeno così le possibilità per chi vuole imparare questo sistema aumentano considerevolmente.

Ancora Linux, ancora su Mac, ma in emulazione.
Anche Connectix sale sulla tigre del sistema operativo di Torvalds, ed annuncia per marzo una versione di VirtualPC con preinstallato Linux versione Red Hat. Naturalmente è prevista una versione di VirtualPC con Windows 2000, sempre per Marzo.

Aggiornamento per EIMS.
Rilasciato Eudora Internet Mail Server 3.0b7, versione beta ma perfettamente utilizzabile del semplice server di posta elettronica di Qualcomm.

Cambiare il look a ICQ.
Se utilizzate il noto programma di comunicazione ICQ, di cui è stata recentemente rilasciata la versione 2.0b, e volete farlo diventare più aggraziato, è appena stata rilasciata la nuova versione di ICQ Platinumizer 2.0, una patch freeware che dona al programma un aspetto "Platinum" tanto caro agli utenti delle ultime versioni del Mac OS (e a dire il vero anche tanto detestato da quanti sono rimasti fedelmente ancorati ai vecchi menu bianchi).
Se non conoscete ICQ, una recensione non proprio recentissima ma sempre valida per conoscere le principali caratteristiche del software, che non sono cambiate nel tempo ma solo potenziate, la trovate su questa pagina.

Nuova veste per ItaliaMac.
Anche gli amici di ItaliaMac sentono evidentemente la primavera e si rifanno il look, o forse è un effetto postumo di S. Valentino? Da ieri infatti il sito curato da Gabriele Gobbo & c. si presenta con una nuova gradevole grafica ispirata ad Aqua, l'interfaccia di Mac OS X.
Un bel lavoro, non c'è che dire, ItaliaMac si guarda ben volentieri e si legge ancora meglio.
Ma non è solo un rifacimento del trucco: molti dei servizi offerti dal sito sono stati migliorati e ne sono stati aggiunti di nuovi.
Dopo Tevac e Macity, continua quindi l'opera di lifting dei siti per utenti Mac italiani. A chi toccherà la prossima volta?

Tex-Edit Plus, nuova versione.
Aggiornato Tex-Edit Plus 2.9, il programma shareware di Tom Bender, a mio avviso uno tra i migliori editor di testi disponibili. Se cercate un potente ma leggero editor di testi, completamente scriptabile, con funzioni avanzate di editing e di ricerca, questo shareware (15 $) vale la pena di essere provato.

Sempre su Tex-Edit Plus.
Se già lo usate e volete potenziarlo, sul sito MalcomAdams.com sono disponibili gratuitamente 135 AppleScript pensati appositamente per Tex-Edit Plus, mentre la possibilità di utilizzare i Word Services mette a disposizione dell'editor Excalibur di Rick Zaccone, un validissimo e personalizzabile controllo ortografico multilingue (sono disponibili diversi dizionari italiani).

Caricare nuove estensioni senza riavviare.
Rilasciato uno shareware che si preannuncia molto interessante. Loaded! 1.0 promette di caricare estensioni nel sistema operativo senza dover riavviare obbligatoriamente il Macintosh, contrariamente a quanto si deve fare oggi per renderle attive.
Se qualcuno ha occasione di provarlo e mi vuole inviare le sue impressioni, mi scriva.

Nuovo client per Lotus Notes Domino.
Aggiornamento per Lotus Notes Domino 5.0.2c, client per Macintosh del noto sistema di messaggistica e comunicazione.

Divertirsi in rete, tra fumetti e barzellette.
Leggo su un comunicato stampa che Barzelletta.com, il primo sito italiano completamente dedicato all'umorismo, ha appena concluso un accordo di collaborazione con la prestigiosa Scuola del Fumetto, che da più di vent'anni e' un punto di riferimento per i professionisti del fumetto. L'accordo prevede la concessione a Barzelletta.com della licenza per l'utilizzo, in esclusiva per Internet, di strisce e vignette create dagli allievi della Scuola del Fumetto.
Grazie a questa collaborazione Barzelletta.com potrà offrire ai suoi utenti una serie continua di strisce e vignette inedite e gli allievi della Scuola avranno così a disposizione una vetrina per farsi conoscere da decine di migliaia di persone.
La Scuola vede questo accordo come un importante passo avanti per aumentare le opportunità di inserimento degli allievi nel mondo del lavoro. In quest'ottica, nel 1995 aveva costituito una casa editrice e prossimamente aprirà un'agenzia per sviluppare una maggiore collaborazione tra studenti ed aziende.


Lunedì, 14 febbraio 2000

Il 2000 secondo Macintosh Magazine.
Mi è finalmente arrivata tra le mani una copia di Macintosh Magazine, M per gli amici. Il numero è il 112 di gennaio, il primo del 2000 in distribuzione solo da pochi giorni, ma non è il ritardo di un mese, per altro preannunciato, l'unica novità di questo numero.
La rivista pur mantenendo lo stesso stile editoriale cambia completamente qualità di stampa: non più carta patinata ma riciclata, con conseguente decadimento della qualità a favore dell'economicità di realizzazione.
I motivi sono presto detti, ed è lo stesso Santo Strati, editore e direttore, a scriverli a denti stretti nell'editoriale di apertura: Macintosh Magazine è sempre stata snobbata dal più o meno grande giro pubblicitario che coinvolge le riviste informatiche, e con il solo ricavato delle vendite in edicola una rivista del genere non si paga.
Un chiaro sfogo senza troppi peli sulla lingua, quello di Santo Strati.
L'unica alternativa al chiudere i battenti è quindi una drastica riduzione dei costi, a scapito forse della leggibilità della rivista, ma se ciò serve a tenere in piedi Macintosh Magazine ben venga. Per quanto mi riguarda sono ben disposto ad avere fotografie con meno dettaglio, pur di non perdere una voce importante come la rivista romana, verso la quale non ho mai nascosto la mia simpatia, e sono certo che i molti estimatori che M può vantare capiranno e continueranno a sostenerla.
Da parte mia, come lettore, continuerò a cercarla ogni mese e a conservare ogni CD allegato, sicuramente il migliore tra quelli che si trovano in edicola, e cercherò per quanto mi è possibile di sostenerla anche da questo mio piccolo pulpito, per quanto questo possa servire, ed a maggior ragione ora, quando scelte coraggiose rischiano di diventare controproducenti.
E' un mio viziaccio: tra chi parla chiaro e per questo non vive nell'oro e chi si vende bene tra lustrini e specchietti, io inevitabilmente finisco a stare dalla parte dei primi. Forse è per questo che non mi sono mai arricchito...
Se però io e molti altri saremo pronti a sostenere M in questa battaglia per la sopravvivenza, vorremmo avere qualcosa in cambio che ci aiuti a viverla meglio: ben vengano le pagine stampate poveramente se i contenuti sono all'altezza di prima o anche meglio, ma per favore caro Santo migliora la distribuzione e fa in modo che M sia in edicola almeno alla pari delle altre riviste, e non che a Bologna, tanto per citare la mia esperienza diretta ma so per certo che è la stessa cosa in moltissimi altri centri, la si riesca a trovare solo 7/10 giorni dopo Roma e Milano.
Se la pensate come me e volete esprimere il vostro sostegno e la vostra solidarietà a Macintosh Magazine, scrivete una e-mail a Santo Strati o a Mauro Notarianni, non potrà che fargli piacere. Meglio se lo fate con una copia di M tra le mani... :-)

Pulizie di primavera.
Questo fine settimana, con l'influenza che comincia a darmi un po' di tregua, ne ho approfittato per rimettere un po' d'ordine tra le pagine del sito. Prima di tutto ho "snellito" il codice HTML della home: c'è poco da fare, i vari programmi di editing HTML per quanto lavorino bene lasciano sempre una marea di istruzioni inutili, e non c'è niente di meglio di una sana pulizia manuale per rimettere le cose a posto. Il caricamento di questa pagina dovrebbe risultare più brillante, almeno me lo auguro visto che il suo peso alla fine si è ridotto quasi di 1/3!
Ho poi riscritto la pagina delle recensioni, cercando di renderla più funzionale e utile, correggendo alcuni link errati e aggiungendo le recensioni che, per qualche strano motivo, ne erano rimaste fuori. Se ne ho saltata qualcuna ditemelo...

La caccia alle streghe continua.
Non passa TG che la notizia degli attacchi ai vari siti commerciali americani non sia in primo piano, contribuendo non poco a rendere più offuscata l'idea della grande rete presso i molti che ancora non la conoscono bene, e che già più volte la identificano con pedofilia, raggiri con carte di credito, chat erotiche e altre cose simili.
A parte gli strafalcioni dei giornalisti, che farebbero meglio a documentarsi per bene prima di scrivere certi articoli provando a scendere negli aspetti tecnici di tutta questa storia, io mi sto sempre più convincendo che si tratti o di un'abile manovra proveniente da qualche forte interesse su Internet, commerciale o politico che sia, o del gesto di qualche ragazzino (o banda di ragazzini) in cerca di forti cyber-emozioni.
Nessun complotto degli hacker, quelli veri, nessuna prova generale di guerriglia telematica.
Resta però il fervore con cui i vertici politici, in particolare quelli americani, si stanno adoperando per tutta questa faccenda, e ciò mi lascia alquanto perplesso. Da sempre si tenta di imbavagliare la rete, la sua "anarchia istituzionale" preoccupa i grandi manovratori politici e finanziari, e non sarebbe la prima volta che qualcuno tenta di proporre un minimo di controllo in tal senso.
Con questo non voglio dire che gli attacchi siano manovrati per questo secondo fine, ma sarebbe un gran bel pretesto.
Roberto Delpiano su Apogeonline illustra la tesi del ragazzino, che secondo l'FBI avrebbe un'età di 15 anni e sarebbe canadese, nome in codice "MafiaBoy", un articolo molto interessate.

La storia dei PowerBook.
Davvero ben fatta, tutta la storia dei portatili di Apple, dal Portable agli iBook dei giorni nostri, la si può trovare in italiano sul sito del PowerBook Owners Club, con dati tecnici e immagini. Un gran bel lavoro, complimenti Francos & soci! :-)

Chat che passione.
Mi scrive Simone Bettini e volentieri pubblico:

"E' disponibile la versione d41 in italiano di Gerry's ICQ! Per il download seguite i soliti link: www.gerryicq.com e www.icq-europe.com. Le novità principali:

Tutta la RAM dei computer Apple.
Alcune Techno Info Library di Apple che consiglio caldamente di conservare: si tratta delle caratteristiche della ram (tipo, numero di slot e massima espandibilità) di tutti i computer portatili, i PowerMacintosh, i computer precedenti ai PowerMacintosh e i server prodotti da Apple fino ad oggi.

Una chicca dalla Difesa USA.
Marco Cattaneo, che ringrazio, mi scrive questa "perla" che riguarda l'esercito americano ed il software che utilizza. E poi c'è chi dice che tutti i militari sono teste dure...

"Salve,
sono un vostro affezionato lettore e vorrei segnalarvi la seguente "notiziola", a mio avviso abbastanza "gustosa": sul sito statunitense "Government Computer News" è riportata la notizia che il Sottosegretario alla Marina Militare degli Stati Uniti, Jerry McArthur Haltin, ovvero il civile di grado più elevato nella gerarchia della U.S. Navy, nel corso di un intervento al convegno annuale della "Armed Forces Communications and Electronic Association" ha aspramente criticato la Microsoft Corporation, in relazione alle scadenti qualità dei loro prodotti per il "groupware", attualmente in uso da parte della Marina. Il sottosegretario ha detto, tra l'altro che: "I prodotti MS non si sono neanche avvicinati a soddisfare le necessita' della Marina" - "esistono prodotti shareware che hanno certamente caratteristiche di groupware superiori a quelle dei prodotti MS" - "O la MS cambierà decisamente o io incoraggerò la Marina e il Corpo dei Marines a rivolgersi altrove per le proprie necessita'".
Che il Sottosegretario sia un utente Mac, oppure e' solo che il suo PC ultimamente si e' inchiodato più spesso del solito??!!
La notizia completa (in inglese) e' reperibile all'indirizzo http://www.gcn.com/vol1_no1/daily-updates/1308-1.html
Marco Cattaneo"

Catalogare dischetti, zip, CD e altri supporti.
Per chi conserva religiosamente e cataloga tutti i suoi dischetti, CD-Rom, Zip, Jaz e qualsiasi altro tipo di supporto, è disponibile la nuova versione di CDFinder 2.7.1, shareware, a mio avviso il migliore catalogatore in circolazione.

Altra beta per Eudora Pro.
Continua lo sviluppo del popolare software per la posta elettronica. Qualcomm ha rilasciato Eudora Pro 4.3b22 (anche se viene riportata la versione ancora b20).

Valentina, nuova versione.
Paradigma rilascia Valentina 1.7.5, nuova release del sempre più popolare database scriptabile, interessante soprattutto per la distribuzione dei dati in rete.

Un sito di risorse per FileMaker Pro.
Se sviluppate o utilizzate semplicemente il noto database FileMaker Pro, vi farà piacere visitare FMFiles, dove tra mille informazioni utili si possono trovare anche molte applicazioni già pronte per esigenze diverse.


Venerdì, 11 febbraio 2000

TIN e Seat, oggi sposi (ma stanno arrivando anche Infostrada e Omnitel).
Di queste ore la notizia della fusione tra Telecom Italia Network e Seat per creare il più grande gruppo italiano su Internet, con grande propensione verso l'e-Commerce, e gli operatori del settore sembrano salutare benevolmente la fusione.
Nelle prossime ore maggiori notizie, quando saranno più chiari i termini e i programmi di questo matrimonio finanziario.
Altra unione in vista, stando alle notizie che circolano, e riguarda sempre due grossi nomi delle telecomunicazioni: Omnitel e Infostrada.

Internet in primo piano, hacker in testa.
Oltre ai matrimoni finanziari di cui sopra, nei TG di tutto il mondo si fa un gran parlare degli attacchi che stanno subendo, da parte di hacker scatenati, i maggiori portali su Internet. Come ormai ben saprete, gli attacchi sono dei "Denial of Service", ovvero in parole povere un massiccio invio di dati ai server fino a farli collassare per le troppe richieste.
A parte le improbabili e a volte divertenti spiegazioni di alcuni giornalisti, a mio avviso tutta questa pubblicità ottiene solamente lo scopo di aumentare il numero di attacchi e di togliere fiducia ai sistemi informatici.

Il papà di tutte le news (italiane).
Grandi cambiamenti su Macity, il primo sito di news in italiano ideato da Fabrizio Frattini. Grafica totalmente rinnovata e molto curata, utilizzo di database per la gestione e la consultazione delle news e possibilità di ricerca anche avanzate sono tra i pezzi forti del sito che vede, oltre a Fabrizio, la partecipazione di Attilio Gagliardi ed altri collaboratori.
Di gran lunga il sito italiano per utenti Macintosh più visitato, Macity merita sul campo e senza alcun dubbio di smentita il titolo di principale punto di riferimento del settore su web.
A Fabrizio e soci i miei complimenti e l'augurio di un successo sempre maggiore, più che meritato.

Registrazione di domini italiani, un gran casino.
Le nuove regole sulla registrazione dei domini .it, che permettono alle ditte di avere più domini registrati ed a privati ed associazioni di accedere anche loro a questa possibilità, anche se con un'unica registrazione, ha mandato letteralmente in tilt il sistema stesso di registrazione.
Tutto bloccato, tempi di attesa imprecisati e difficoltà per inviare i dati richiesti per la registrazione creano non pochi problemi, senza contare i danni economici per quelle aziende che vedono slittare il loro ingresso nella platea di Internet a tempo indeterminato.
Una situazione prevedibile, affrontata come al solito all'italiana.

Apple aggiorna iMovie.
Il software di editing video digitale fornito in bundle con i nuovi iMac DV è stato aggiornato: iMovie 1.0.2 (aggiornamento USA) è disponibile sui server Apple.

Gli errori del DTP.
Nuova versione di Markzware FlightCheck 3.7.6, strumento di controllo ormai collaudato per l'individuazione di eventuali errori nelle strutture dei documenti creati con i maggiori programmi di impaginazione, come Quark XPress, PageMaker e Freehand.

Connectix batte Sony, si riprende a giocare!
Una notizia che farà fare un sussulto a tutti gli amanti dei giochi al computer: avete presente Virtual Game Station, l'emulatore PlayStation di Connecticx? Sony chiese alla giustizia americana di impedirne la diffusione, adducendo motivazioni legate alla pirateria del software che l'emulatore avrebbe agevolato, ma era ben chiaro che un eventuale (scontato) successo dell'emulatore avrebbe creato non pochi fastidi all'azienda produttrice della PlayStation originale.
Ma leggete cosa mi scrive l'amico Emanuele Trussoni, che ringrazio, e cominciate a "scaldare" i processori:

"La Corte di giustizia americana ha sentenziato che non può essere accettata la causa intentata da Sony verso Connectix per avere commercializzato il famoso Virtual Game Station (VGS per gli amici)
Il programma sarà quindi reintrodotto sul mercato e gli utenti già tra poche ore potranno acquistare il pacchetto direttamente sul sito di Connectix.
Tra le altre novità in arrivo la versione per Winzozz e un upgrade per la versione Mac. E' previsto il supporto per gli InputSprockets, l'eliminazione di alcuni bugs e una più ampia lista di compatibilità con i giochi PSX
Ultima notizia, di sicuro positiva per noi Europei, è che verranno probabilmente rilasciate anche versioni internazionali del software di emulazione, in modo da poter funzionare correttamente anche su macchine che non sono dotate di System USA, nonché di giochi NTSC
La causa era stata intentata da Sony perché con VGS era troppo facile aggirare il blocco dell'utilizzo delle copie pirata dei cd PSX. Per questo uscì la versione 1.2, con nessuna caratteristica in più, ma di più difficile "hackeraggio".
Emanuele Trussoni"

Misurare il Macintosh.
Da Newer Technologies, recentemente nell'occhio del ciclone per il suo dissesto finanziario, la nuova versione di Newer Gauge Pro 1.0.1, utility freeware per verificare tipo e velocità di processore, cache, ram e altro ancora.

[Press Releases] Nuova versione del Dizionario Inglese-Italiano Mac-only.
Mi scrive Ivan Gobbo di OneApp Software:

"E' uscita la versione 5.9.2 del dizionario Inglese-Italiano Wecan. Un programma shareware che porta su ogni Macintosh, PowerBook, Power Macintosh, iBook e iMac più di 25,000 parole inglesi con le corrispettive definizioni in italiano. Questa nuova versione porta alcune piccole novità ed alcuni ritocchi al codice del programma che gli consentono di girare meglio con le ultime versioni del software di sistema ma soprattutto un nuovo ampliamento del numero dei vocaboli. Questo dizionario è utilizzato da migliaia di persone di lingua italiana ma è molto diffuso anche all'estero da chi studia l'italiano. Moltissimi utenti sono americani, inglesi e giapponesi.
Il programma è scaricabile da questa pagina: <http://www.oneappsoftware.com/it.html>"

[Press Releases] Ribasso di prezzo per Megaphone.
Torino - 10 febbraio 2000. Emmesoft annuncia un forte ribasso di prezzo di Megaphone per il mercato italiano. Il nuovo prezzo del software Megaphone è 149.000 + IVA, con un ribasso del prezzo del 25% rispetto al prezzo precedente. La decisione è stata presa per allineare i prezzi con le richieste di mercato, dopo che è partita sul sito di Emmesoft la vendita on line. Megaphone è venduto con manuale in italiano.
Ricordiamo che Megaphone è un software che trasforma un Apple Macintosh in un telefono vivavoce full-duplex di alta qualità, con incorporate diverse funzioni, tra cui una segreteria telefonica digitale. Inoltre Megaphone va oltre le possibilità del telefono convenzionale: migliora ed automatizza le attività telefoniche che richiedono tempo.
Per maggiori informazioni http://www.emmesoft.com/Mac/software/telefonia/megaphone.htm

[Press Releases] Active distribuisce Aladdin.
Gorizia, 10 febbraio 2000 - Active annuncia di aver iniziato la distribuzione dei prodotti della Aladdin Systems Inc.
Aladdin Systems è nota tra tutti gli utenti Mac soprattutto per il suo software di compressione Stuffit Deluxe. Recentemente Aladdin Systems si è quotata al NASDAQ di New York.
Nel listino dei prodotti Aladdin ci sono anche:

I prodotti Aladdin sono un complemento alla vasta serie di programmi di utility per Apple Macintosh distribuiti da Active.
Fondata nel 1988 Aladdin Systems sviluppa pubblica e distribuisce programmi sia per Apple Macintosh che per computer IBM.
Sito Internet http://www.aladdinsys.com
Active produce e distribuisce software ed accessori ed è specializzata sulla piattaforma Apple Macintosh.
Contatto in Active: ing. Livio Valdemarin
Sito Internet www.active-software.com

I computer dei candidati presidenziali USA.
Nei siti di news americani uno degli argomenti più toccati riguarda Al Gore, candidato alle prossime elezioni presidenziali USA, che avrebbe dichiarato di essere stato un appassionato utente Macintosh passato poi a Windows per il ritardo con cui le applicazioni venivano aggiornate nel mondo della mela.

Imparare Dreamweaver?
Dreamweaver è una applicazione di Macromedia che si è dimostrata estremamente efficace ed utile per la creazione di pagine Web.
In queste pagine trovate un corso per il suo uso. Si parte dalle notizie fondamentali per la costruzione di un sito e si arriva alle tecniche che premettono di risparmiare tempo nel suo utilizzo. [Fonte: Active mailing-list]

Le applicazioni di Linux.
Interessante questo articolo che elenca tutta una serie di applicazioni di Linux.
E' entrato nel mondo delle grosse aziende americane con tutta una serie di utilizzi diversi. Ad esempio Cisco lo usa come una piattaforma per server di Stampa, le poste americane lo utilizzano come componente di un sistema di lettura ottica della posta.
Non viene utilizzato solamente come server per Internet, ma anche come router, server DNS, gateway SMTP, LAN router, packet filtering firewall, ecc. ecc.
Linux si è dimostrato stabile anche per applicazioni 'Mission Critical'. [Fonte: Active mailing-list]

Wile E. Coyote sulla scrivania.
Su MacDesktops nuovi sfondi per le scrivanie dei Macintosh, tra cui il noto protagonista di tanti cartoni animati. Non mancano comunque sfondi floreali, paesaggistici ed altri protagonisti dei cartoni, e naturalmente tanti Mac, in tutte le salse.

Snifffer: cercatela sul nuovo dominio.
L'amica Annabella Alberti, ideatrice del sito Snifffer, mi prega di informarvi che il vecchio indirizzo su Macity, dati i recenti cambiamenti del sito di Fabrizio Frattini, non è più funzionante. Funziona invece perfettamente il nuovo indirizzo www.snifffer.com, dove Annabella continua a recensire i principali software shareware e ad offrire parecchi altri interessanti servizi alla comunità degli utenti Mac italiani, compresa una storica mailing-list.

Nasce MacTelefonia.
Nasce un nuovo sito per utenti Macintosh e non che si occupa, come dice chiaramente il suo nome, di telefonia e Mac. Agli autori (brutto vizio tipicamente italiano quello di realizzare siti senza firmarli) un grande "in bocca al... Mac"!! :-)

"Annunciamo a tutta la comunità Apple (e non solo...) la creazione di uno nuovo sito, espressamente dedicato alla telefonia con Mac.
MacTelefonia è uno strumento informativo per orientare gli utenti nella scelta delle migliori soluzioni hardware e software che integrano computer e telefono.
All'interno del sito si trovano informazioni sulle applicazioni CTI, sui software che permettono di telefonare in vivavoce usando il Mac, sulle soluzioni fax e, più in generale, sulle capacità tecniche dei modem più diffusi sul mercato italiano. MacTelefonia dispone anche di un forum di discussione, dove i visitatori possono scambiarsi informazioni e impressioni sull'argomento. MacTelefonia è, ovviamente, un sito in costante evoluzione che richiede il feedback da parte dei visitatori. Proprio per questo ogni mese sulle pagine del sito è presente un sondaggio sugli argomenti della telefonia , per testare il polso al mercato CTI in Italia. Il sondaggio di questo primo mese di vita dovrà scegliere il miglior operatore di telefonia fissa in Italia.
MacTelefonia è raggiungibile all'indirizzo: http://mactelefonia.iloveimac.com"


Mercoledì, 9 febbraio 2000

Sentori di influenza alle porte: scrivo queste news con le stesse sensazioni di chi gli è appena passato sopra un cingolato pesante, la mente è poco lucida (casomai lo fosse normalmente) e le dita faticano a scorrere sulla tastiera, perdonatemi perciò se le news non saranno tante o incomplete, cercherò di fare comunque del mio meglio.
Il sondaggio su Tevac News mi ha colto decisamente di sorpresa: non credevo in tanta partecipazione, mi sono arrivate tantissime (ma davvero tantissime risposte) che mi hanno dato la possibilità di fare un quadro più completo possibile delle vostre idee e mi ha sorpreso ancor di più che alcune impostazioni che ho dato a questa pagina fin dal suo nascere sono tra le cose più gradite.
L'aggiornamento tre volte alla settimana, salvo casi speciali, soddisfa la maggior parte dei partecipanti al sondaggio, che reputa troppo impegnativa (per loro) una cadenza giornaliera, ed è molto apprezzato l'atteggiamento verso i lettori stessi, a volte forse un po' "leggero" o "fuori dai binari", ma sempre diretto, dando sempre del tu a chi legge.
A qualcuno forse non gliene frega nulla della Ferrari, o meno che meno di Luna Rossa, ma non si può accontentare tutti e poi sono solo poche righe di tanto in tanto... :-)
Mi sono arrivati inoltre una marea di consigli, alcuni particolarmente utili, sulla struttura delle news: cercherò ovviamente di farne tesoro, e quelli che mi hanno colpito di più li vedrete sicuramente su questa pagina fin dalle prossime edizioni.
Non ho potuto replicare a tutti, siete stati davvero tantissimi, perciò vi ringrazio tutti direttamente da qui.

L'E-Commerce per TIN.
Leggo sulla mailing-list di Tariffe.it che Telecom Italia Network ne ha pensata un'altra delle sue, che mi lascia alquanto perplesso se non preoccupato. La nuova iniziativa di TIN, attivata a fine gennaio scorso sempre secondo Tariffe.it che di solito è sempre molto ben informato, si chiama Easy Shop ed è un bricolage dell'e-Commerce a tre livelli.
Il primo livello è gratuito, e permette di crearsi da soli un negozio virtuale con un unico reparto e soli 10 prodotti, gli altri due sono invece a pagamento, con tariffe mensili, e prevedono più reparti (fino a 30) con più prodotto (fino a 300).
Possibilità di amministrare gli ordini, con pagamenti on line con carta di credito e ricevuta d'ordine e varie altre cose, il tutto realizzabile completamente da soli, grafica del sito compresa, direttamente dalle pagine di TIN.
Questo fai-da-te dell'e-Commerce se devo essere sincero mi suona subito male, spero di sbagliarmi ma intanto mi spiego: i server di TIN vedranno un brulicare di mini-negozi virtuali, particolarmente quelli gratuiti, che venderanno di tutto, dai farmaci miracolosi alle patacche, oltre naturalmente anche a chi prenderà il tutto seriamente, magari alla prima esperienza di e-Commerce, offrendo mercanzia genuina, ma i primi inevitabilmente creeranno guai e offuscheranno la serietà dei secondi, che saranno inevitabilmente danneggiati e arriveranno a pensare all'e-Commerce come alla solita fregatura senza successo.
I server TIN poi come ben sappiamo non sono il massimo della stabilità e della sicurezza, tutti i contributi di utenti TIN insoddisfatti fanno pensare che non riescano a tenere in piedi decentemente un servizio di posta elettronica, figuriamoci un servizio e-Commerce per qualche migliaio di clienti non paganti.
Sicuramente nessuna responsabilità in caso di problemi, specialmente con le carte di credito, e doppiamente con i fruitori del primo livello, quello gratuito. Sono pronto a scommetterci che ne vedremo delle belle...
Il lato peggiore di tutta questa faccenda, sempre secondo le mie sensazioni, è che chi ne farà veramente le spese saranno tutti coloro che cercano di far partire decentemente l'e-Commerce in Italia, e a far crescere la fiducia sull'utilizzo della carta di credito su Internet, oltre naturalmente a quanti non ne vorranno più sapere di comprare qualcosa su Internet.

Sulla nuova versione di Acrobat Reader 4.0.5.
Nelle ultime news scrivevo sul rilascio di una ultima versione "arricchita" del software Adobe Acrobat 4.0.5. L'amico Marcello Testi, sempre attento e che ringrazio, mi scrive una precisazione degna di nota:

"Soprattutto, fa il suo debutto WebBuy. Uno strumento che, in accoppiata con un'applicazione sul server, potrebbe costituire la chiave di volta per far entrare PDF nel mondo dell'e-Commerce.
La tecnologia è stata presentata da Adobe a Milano in occasione dell'ultimo InternetExpo.
Ciao. Marcello."

Motore di ricerca per arti grafiche.
Leggo sulla mailing-list di Active di un motore di ricerca italiano dedicato ai professionisti delle arti grafiche, parecchio interessante per quanti devono inserire Internet tra i nuovi strumenti di lavoro. Vale la pena di fare un giro su http://www.artigrafiche.net.

La sicurezza su Internet: ti dico cos'hai nel computer.
Non fa molto testo ma può essere interessante, anche solo per farsi un'idea di cosa voglia dire carpire i dati su Internet, fare un giretto su questo sito se si dispone di un PC Windows.
Vi farà sobbalzare sulla sedia scoprire come sia possibile, grazie ad un po' di Java, andare a rovistare tra le vostre informazioni e sul contenuto del vostro disco rigido, oltre a sapere cosa si è fatto su Internet prima di arrivare a quella pagina.
Ho detto che non fa testo e che funziona solo con PC Windows: infatti non è nulla di più di un innocuo "esercizio di stile", molto dimostrativo, e non funziona molto (anzi quasi per niente) andandoci con un Mac molto probabilmente perché il codice non è stato scritto per "esplorare" questo tipo di computer.
Vale la pena... (Grazie a Federica Arnolfo)

Nuova versione di Dave in arrivo.
Thursby ha confermato, secondo quanto scritto da MacWindows, che sarebbe in procinto di rilasciare Dave 2.5.1, nuova versione del software per collegare singoli Macintosh a reti Microsoft. La nuova versione risolverebbe alcuni problemi minori con il protocollo NetBIOS, con il client di Dave e con le stampanti di scrivania, sempre di Dave.

Corso on line di Photoshop.
Gli amici de ilMac mi scrivono per comunicarmi una nuova iniziativa che vi giro volentieri:

"Cari Amici,
vi scriviamo per informarvi che su ilMAC (http://www.ilmac.net) abbiamo iniziato la pubblicazione di un Corso di Adobe Photoshop 5.0, tenuto da un nostro collaboratore, grafico di professione, Zeno Guarienti. Vi abbiamo segnalato questo evento perché pensiamo che possa interessare parecchie persone, specialmente i principianti della grafica. Grazie per la vostra attenzione.
Un Ciao dal Team di ilMAC."

A marzo Macromedia Freehand 9.
Macromedia ha annunciato per marzo prossimo la nuova versione di Freehand 9, il noto software di grafica vettoriale.
Aggiornamento molto atteso dagli utenti Macintosh, che lamentano nell'attuale versione 8.0.1 diversi fastidi con Mac OS 9 e con il dialogo con altre applicazioni per la grafica, che invece recentemente sono state aggiornate.
La nuova versione inoltre, come prevedibile, conterrà nuove potenzialità verso la pubblicazione web, compresa l'integrazione con il noto Macromedia Flash.

FTP su NT problematico da Mac.
Il noto sito MacFixIt accenna a dei problemi di collegamento FTP a server Windows NT (Service Pack 6a) da parte di client Macintosh, e sempre secondo MacFixIt il problema sarebbe da individuare nel file Tcpip.sys.

Su Apple il web gratuito ora è più libero.
Tra i tanti nuovi servizi offerti da Apple sui suoi nuovi server c'è la possibilità di pubblicare i propri siti web, opzione che ha suscitato parecchie polemiche per la presenza, nelle inevitabili clausole contrattuali, di una nota che avvisava che tutto il materiale pubblicato sarebbe diventato proprietà di Apple che ne avrebbe potuto disporre a piacere, all'occorrenza.
La bufera innescata ha fatto fare retro-front ad Apple che, per calmare le acque, ha prontamente tolto la clausola incriminata ritornando la proprietà del materiale pubblicato ai legittimi autori.
Mossa tardiva, ma apprezzata...

Nuovi firmware per Epson Stylus 900N e 850Ne
Epson ha rilasciato due nuovi aggiornamenti flash firmware versione 2.0.2 per le stampanti Stylus Color 900N e Stylus Color 850Ne.

Aggiornamento per CharisMac.
Rilasciato l'aggiornamento alla nuova versione dell'utility di formattazione CharisMac Anubis Plus 3.1 (link diretto per il download)


Lunedì, 7 febbraio 2000

Luna Rossa, una grande vittoria e FileMaker Pro.
Alle prime luci dell'alba di domenica, come sicuramente saprete, Luna Rossa ha vittoriosamente concluso la regata decisiva per la grande sfida di America's Cup.
Le ultime due regate ci hanno fatto vedere un equipaggio ritrovato che ha saputo farsi valere su un Cayard ridotto all'impotenza. Nessun errore, nessuna "botta di c... fortuna" che ci ha favorito, solo una grande barca, decisamente superiore, un equipaggio motivato e la concentrazione necessaria per poter stare davanti, controllando magistralmente le mosse dell'avversario.
Più delle regate sono stati spettacolari i festeggiamenti all'arrivo, sia sulla barca che attorno, con un grande pubblico che da giorni era stato "catturato" nella tifoseria nostrana: neozelandesi, francesi, giapponesi, australiani e persino qualche americano a tifare De Angelis e i suoi uomini.
Ora si deve guardare avanti, la prossima regata, la prima della vera finale, è il 19 prossimo e non manca molto tempo. Giusto quello per rifarsi (noi spettatori) delle notti passate in bianco ed essere pronti per dare tutto il sostegno possibile.
Per fortuna che ci sono queste due settimane di pausa, altrimenti io non saprei proprio come avrei fatto a sopportare altre regate a quegli orari.
Il più però lo dovranno fare gli uomini del team Prada, in queste due settimane, per essere pronti e motivati ad affrontare i neozelandesi.
Ma cosa c'entra tutto questo con FileMaker Pro?
C'entra c'entra, infatti tutti i dati e le immagini del sito Prada-Luna Rossa vengono gestiti con il noto database relazionale nato su Macintosh. Se ne è occupato, tanto per capirci, anche il noto Herald Tribune, che nell'inserto economia mette in bella mostra la caruccia e giovane Alessandra Ghezzi, responsabile delle informazioni sul sito ufficiale di Prada-Luna Rossa ovvero colei che, grazie a FileMaker Pro, mette a disposizione dei visitatori notizie, dati ed immagini ben catalogate.
Peccato che nella foto non usi un Mac, altrimenti sarebbe proprio perfetta...
Se volete altre informazioni su barca, equipaggio e regate, ecco il sito italiano di Luna Rossa.

La comunicazione secondo Timbuktu Pro.
Se non avete mai sentito parlare di Timbuktu Pro significa che non conoscete veramente le potenzialità del vostro Macintosh. Timbuktu Pro di Netopia è il programma di comunicazione per eccellenza da sempre o quasi, quello che permette di collegarsi ad un altro Macintosh, distante solo poche decine di metri come centinaia di chilometri, ed avere l'impressione di lavorare sul proprio computer.
A chi e a che cosa serve? Partendo dall'alto a scendere: a chi intende realizzare corsi di informatica a distanza, ai professionisti per l'assistenza tecnica remota, in ufficio per la gestione dei documenti, o per prendersi a casa un documento dimenticato in ufficio, per il telelavoro, per chi amministra server di rete o su Internet e non vuole dover correre in ufficio a qualsiasi ora quando qualcosa non funziona, per installare i programmi alla fidanzata lontana che non si fida a farlo da sola, e piuttosto che ci vadano altri, etc etc...
Vi ho stuzzicato abbastanza? Se sì, eccovi le mie impressioni d'uso su Timbuktu Pro 5.2.2 per Macintosh.

Virex pronto per una nuova versione.
Il noto antivirus è in procinto di rilasciare la versione 6.1 e rilascia Virex 6.1RC, versione ancora beta ma ormai giunta allo stadio di "Release Candidate", ovvero ultimi ritocchi prima di rilasciare la versione 6.1 definitiva.

Nuovi driver per MiroMOTION.
Nuovi driver in versione beta 2.0b5 per le schede di acquisizione audio/video miroMOTION DC30 e DC30 Plus, che dovrebbero risolvere alcuni problemi che derivati con l'utilizzo sui nuovi Mac e con le recenti versioni di sistema operativo.
I nuovi driver richiedono almeno un G3 con Mac OS 8.6 e QuickTime 4, e supportano Adobe Premiere 5.1c e Final Cut Pro 1.2.1.

Misurare le prestazioni in rete.
Se amministrate una rete, può esservi utile questa utility freeware della tedesca Helios per misurare le prestazioni in rete dei servizi AppleShare. Si tratta di LanTest 2.5.2.

Ancora strumenti per la rete.
Dalle menti sempre iperproduttive di Sustainable Softwork arrivano le nuove versioni di IPNetMonitor 2.4.2, serie di strumenti me il monitoraggio ed il controllo delle informazioni riguardanti la connessione ed Internet, e di IPNetRouter 1.4.8.1, router software per condividere in rete le risorse di Internet tramite un'unica connessione.

Diventare tecnici Apple (in USA).
Su Apple, ma solo per gli americani almeno per ora, è possibile per 300 $ iniziare dei corsi di apprendimento per diventare dei provetti tecnici sui computer della mela. L'AppleCare Technician Training comprende, oltre i CD-Rom del corso, anche i Service Sourse ed i Mac Test Pro, preziosi strumenti che tutti coloro che "smembrano" computer Apple dalla mattina alla sera conoscono bene.
Ricordo che questi strumenti (USA a parte con questa nuova iniziativa aperta a tutti) sono riservati solo ai tecnici ed ai centri di assistenza autorizzati.

Apple molto sensibile a Linux.
Apple ha aperto dei siti web dedicati alla comunità di utenti Linux su piattaforma PowerPC. Un evidente segno che anche a Cupertino il sistema operativo basato su Unix viene visto con sempre più interesse.

Organizzare il tempo.
Per gli amanti delle agende e degli organizer su Mac, Chronos ha aggiornato i suoi Consultant 3.0.2 e Office Consultant 3.0.2, che risolvono dei problemi delle versioni precedenti alcuni dei quali legati alla sincronia con i Palm.

Ancora problemi con DHCP?
Sui forum di MacFixIt alcuni scrivono di avere ancora problemi con DHCP, nonostante Mac OS 9 e Open Transport 2.6. Il problema del DHCP, ricordo, è caratterizzato dal fatto che i Mac che utilizzano questo (comodo) protocollo si "sgancerebbero" inaspettatamente dalla rete, oltre a fastidiosi congelamenti ricorrenti di pochi secondi (a seconda della potenza del Mac) per tornare poi a funzionare regolarmente.
Se avete informazioni e suggerimenti a tal proposito scrivetemi.

Interfaccia italiana per il dizionario Inglese/tedesco per Mac.
Mi scrive Alessandra di OneApp Software, e volentieri pubblico:

"Agill -Tools for Language Learning- ha appena rilasciato la versione 1.5.2 del Dizionario Inglese-Tedesco Agill con l'interfaccia in italiano e tedesco. Il Dizionario Agill English-German e' un dizionario bilingue shareware per utenti Mac; richiede un qualsiasi Macintosh, Power Macintosh, PowerBook, iMac e iBook.
Si possono trovare tutti i vocaboli inglesi o tedeschi semplicemente digitando o incollando la parola nel box di Ricerca e schiacciando il tasto Enter. Le parole si possono copiare e incollare su altri documenti. Si possono collezionare le parole inglesi (con la loro definizione in tedesco) in una finestra separata per studiarle insieme. Con Apple Text-to-Speech si Può ascoltare la pronuncia inglese. L'utente Può creare facilmente dei plug-in aggiuntivi per aumentare il volume del dizionario.
Il Dizionario Inglese-Tedesco Agill si Può scaricare all'indirizzo: http://www.oneappsoftware.com/it.html."

Questa sera si cena a casa.
Leggo sulla mailing-list di Active una notiziola riguardante Internet molto ghiotta, nel vero senso del termine: italiano è questo sito di ricette dedicate a chi non ha una gran esperienza di cucina. Sono raggruppate per portata ed usano ingredienti semplici da trovare.
Ragazzi, spolveriamo fornelli e pignatte..

La calma apparente su ADSL.
Il fronte ADSL, che fino a pochi giorni ha suscitato non poche polemiche, gode ora di una calma apparente, molto apparente, ma state certi che i fornitori stanno affilando le unghie. Telecom Italia nei suoi listini ha prima alzato e poi tolto definitivamente il limite di traffico giornaliero oltre al quale occorreva pagare un tanto a MB, la concorrenza invece sta affilando le unghie per prepararsi ad una guerra in grande stile.
Nelle prossime edizioni tornerò ad approfondire l'argomento ma intanto, se volete spolverarvi la memoria su ADSL e i suoi fornitori, su come funziona questa tecnologia che dovrebbe (sulla carta) mettere il turbo ad Internet, ecco un articolo di Vincenzo Bacarella su Apogeonline.

Startup a piacere.
Se volete modificare la scritta e l'immagine che compare all'avvio del Mac, "Benvenuto in Macintosh" per intenderci, è disponibile lo shareware Apple Startup Set 5.0.

Ritoccato Acrobat Reader 4.0.5a
Adobe ha sostituito la versione in linea del suo reader con Acrobat Reader 4.0.5a (link per il download diretto, versione inglese, quasi 5 MB). La nuova versione contiene modifiche minime ma abbastanza importanti, come il plug-in "CreatePDF".
Per ora è disponibile la versione in inglese e in poche altre lingue, ma non in italiano.

Aggiornamento per il server mail Eudora.
Da Qualcomm una nuova beta per Eudora Internet Mail Server 3.0b6, server per la posta elettronica.


Venerdì, 4 febbraio 2000

Aggiornamenti da Apple.
Dopo rilasci e ritiri in breve tempo, Apple finalmente rende disponibile Mac OS 9 Audio Update 1.3. L'aggiornamento è questa volta multi-country, ovvero installabile su tutte le versioni di Mac OS 9 al contrario della precedente 1.2 che era solo per il sistema americano, va utilizzato sui Macintosh dotati di porta USB. Con questo aggiornamento dovrebbe migliorare il supporto delle periferiche audio USB e la qualità della riproduzione audio durante la riproduzione dei DVD.
Sempre nei siti Apple si trova la nuova versione di Apple MRJ (Mac OS Runtime for Java) 2.2, indispensabile se si frequenta spesso siti con applicazioni e script Java.

Sfonti per la scrivania
Questa volta MacDesktops pubblica, tra i nuovi sfondi per abbellire le scrivanie dei Macintosh, alcune immagini con delle graziose fanciulle, a volte poco vestite. Ci sono sempre dei Macintosh comunque, anche se magari si notano leggermente meno nel contesto..

[Press Releases] Le offerte di Pico.
Ricevo da Pico, rivenditore sempre più affermato sul fronte della grafica, e volentieri pubblico:

"...con la presente comunicazione vorremmo sottoporre alla sua attenzione STUDIO ARTIST di SYNTHETIK, un potente ed innovativo programma di disegno pittorico in grado di offrire un mondo completamente nuovo di possibilità creative ed artistiche di cui abbiamo da poco acquisito la distribuzione per l'Italia.
Basato su rivoluzionarie tecnologie di percezione visiva, le funzioni di Studio Artist sono in grado di rielaborare in automatico le immagini o filmati QuickTime e riprodurli con un effetto pittorico, come se l'immagine fotografica o l'intero filmato fossero stati dipinti. Inoltre, poiché il prodotto abbina le caratteristiche della pittura raster ad una rielaborazione in formato vettoriale, sarà possibile anche uscire ad una risoluzione professionale superiore a quella delle immagini e filmati digitali originali.
La possibilità di personalizzare il programma in tutti i dettagli, le funzioni di disegno e pittura intelligenti e gli effetti speciali di Morphing, Warping 3D, RotoScoping e Feedback offrono ad artisti, designer e professionisti del video digitale possibilità grafiche illimitate. Inoltre le oltre 800 impostazioni predefinite vi consentiranno di essere subito operativi !
Maggiori informazioni sulle numerose importanti caratteristiche del prodotto ed esempi concreti sulle sue possibilità artistiche potranno essere scaricate dal nostro sito Pico (http://www.pico.it). Vi consigliamo anche di leggere l'articolo presente su Applicando di Dicembre a pag. 170.
Studio Artist di Synthetik è al momento disponibile solo in versione Macintosh, al prezzo di L. 595.000 (IVA esclusa).
ATTENZIONE: ordinando il prodotto (email a ordini@pico.it) entro Lunedì 7 Febbraio, sconto 10% sul prezzo di listino.
Vorremmo infine cogliere l'occasione per informarla che è appena stata rilasciata la nuova collezione Nova Development (azienda leader per le collezioni di clipart) ART EXPLOSION 750.000 (solo Mac) nel quale potrete trovare una sorgente infinita di immagini vettoriali, fotografiche e font per dare il giusto tono alle vostre comunicazioni. Maggiori informazioni ed esempi sono disponibili sul nostro sito."

Ancora su iMac DV e Virtual Game Station di Connectix.
Ricevo da Gualtiero Messora, che ringrazio, un altro contributo che conferma la possibilità di utilizzare l'emulatore PlayStation di Connectix sulle nuove serie di iMac DV, contrariamente a quanto invece segnalato in origine su MacWindows:

"Ciao, anch'io ho un iMac 400DV con MacOS 9 (ma originariamente avevo 8.6) e non ho alcun problema con VGS, upgradato a 1.1 e internazionalizzato (non ho toccato il system, come invece ha fatto Andrea). Non ho installato alcun driver ATI particolare, se non gli aggiornamenti presenti sul CD di MWI). Tutto funziona, salvo qualche gioco o demo (per ora solo casi di giochi non presenti nella lista delle compatibilità ufficiali VGS), che non visualizza nulla o che va a scatti.
Ciao Gualtiero"

Dominii europei.
Su Repubblica si parla dell'importanza della nuova estensione di dominio "made in Europe" .eu, e del perché sarà conveniente registrare il proprio dominio anche nella nuova formula europea. Vale la pena di darci una sguardo...

Audio/Video conferenze.
Aggiornamento per il software commerciale ClearPhonePro 6.2.5, ideale per realizzare delle audio/video conferenze con il Macintosh.

[Press Releases] Da Alias nuovi modelli di router Netopia.
Netopia annuncia i nuovi router R9100 e R7100 ed una nuova versione del firmware per tutti i router della serie R Grazie a queste nuove famiglie di prodotti, Netopia ha una gamma completa di soluzioni per connettività dedicata e dial-up:

"Udine, 3 febbraio 2000 - Alias Srl, società di distribuzione a valore aggiunto di prodotti per Internet, e Netopia Inc. società americana che progetta e realizza soluzioni per la connettività ad Internet di piccole e medie aziende, sono liete di annunciare la disponibilità dei router ADSL R9100 (per collegare la rete ad Internet attraverso la nuova tecnologia ADSL) i router SDSL R7100 (per collegare tra loro uffici remoti mediante la tecnologia SDSL, che prevede l‚utilizzo di un normale doppino telefonico), unitamente al rilascio della nuova versione del firmware per tutti i router della serie R, che implementa il MultiNAT, VPN e la possibilità del backup della linea dedicata.

NETOPIA R9100 ADSL ROUTER ADSL (Asymmetrical Digital Subscriber Line) è una nuova tecnologia che consente un collegamento permanente ad Internet ad alta velocità attraverso un normale doppino telefonico. Grazie alla tecnologia ADSL è possibile ottenere velocità fino a 10 volte superiori rispetto a quelle raggiungibili da un collegamento ISDN, beneficiando di tutti i vantaggi di una connessione dedicata. Netopia Inc. ha annunciato il nuovo Netopia R9100, un router ADSL che consente di condividere l‚accesso ad Internet via ADSL tra tutti i computer della rete locale: è sufficiente collegarlo al modem ADSL a disposizione dell‚utente per consentire a tutti i computer della rete di beneficiare dei servizi Internet, in modo semplice e trasparente.
"I modem ADSL sono la soluzione ideale per singolo utente, ma oggi il mercato chiede strumenti che permettano di condividere il collegamento ad Internet tra diversi computer aziendali ed è necessario un router." ha affermato Giancarlo Milite, amministratore delegato di Alias "il router R9100, ultimo nato della famiglia Netopia per la connettività ad Internet, è la soluzione ideale per queste esigenze, combinando la semplicità di configurazione e di gestione con la produttività di un collegamento ADSL".
Il router R9100 presenta tutte le caratteristiche esclusive della famiglia Netopia: un hub integrato con 8 porte per collegare fino ad 8 computer direttamente al router, un server DHCP integrato per facilitare ulteriormente l'installazione del dispositivo ed il protocollo NAT (Network Address Translation) che consente di condividere l‚accesso ad Internet fra tutte le macchine della rete, indipendentemente dalla piattaforma o dal sistema operativo.
Il router R9100 è disponibile in due versioni: la versione per 12 utenti (AR9100-12) e la versione per utenti illimitati (AR9100). Sono disponibili anche aggiornamenti dalla versione limitata a quella illimitata.

NETOPIA R7100 SDSL ROUTER "Symmetric Digital Subscrtber Line" (SDSL) è la nuova frontiera della connettività permanente. Grazie ad essa è possibile trasferire dati ad alta velocità su un normale doppino telefonico, abbattendo i costi di collegamento ed aumentando le prestazioni. Fornendo un collegamento permanente e dedicato su un doppino telefonico, SDSL è la scelta perfetta per tutte le applicazioni che richiedono un‚ampia banda in entrambe le direzioni, come file transfer e accesso ad una rete remota. Il Netopia R7100 è ideale per tutte quelle realtà in cui è necessario collegare tra loro diverse sedi a basso costo attraverso SDSL. Il router R7100 permette di raggiungere velocità variabili tra 160Kbps e 1.568 Mbps a seconda della distanza (da 2.5 a 7 km). Minore è la distanza, maggiore è la velocità. In situazioni di tipo "campus" è sufficiente collegare la coppia di router al doppino telefonico per integrare tra loro reti remote in modo semplice ed efficiente. Come tutti gli altri router della serie Netopia il router R7100 è completamente aggiornabile. Ha un hub a 8 porte, il protocollo NAT e un server DHCP integrato per usa semplice installazione e configurazione.

NUOVA VERSIONE DEL FIRMWARE Grazie alla nuova versione del firmware, i router della serie R integrano ora una serie di nuove ed interessanti caratteristiche: le VPN (Virtual Private Networking), per collegamenti sicuri attraverso Internet, il MultiNAT, una generalizzazione del ben noto protocollo NAT e la possibilità di backup della linea dedicata. Inoltre Netopia sta sviluppando una scheda aggiuntiva per la gestione delle VPN (VPN Acceleration Card) che sarà disponibile in futuro. Queste novità, assieme alle caratteristiche per le quali i router della Netopia sono ben conosciuti, rendono la soluzione Netopia ancora più appetibile per le piccole e medie aziende. "Le aziende hanno bisogno di un router facile da utilizzare, che fornisca un accesso sicuro della LAN ad Internet ed una sicura integrazione di uffici geograficamente remoti. Hanno anche bisogno di una soluzione che permetta di gestire l‚incremento del traffico determinato dalla cifratura per le VPN; i kit hardware opzionali di accelerazione, presto disponibili, permetteranno alle aziende di espandere l‚uso delle VPN senza appesantire il carico computazionale," ha affermato Stefano Cucit, responsabile Product Marketing di Alias.
Oltre ad implementare le VPN in tutti i router della serie R (ADSL, linea dedicata, Frame Relay, ISDN) ed il kit opzionale di accelerazione per VPN, Netopia ha introdotto il MultiNAT, una significativa generalizzazione del protocollo NAT (Network Address translation) che supporta contemporaneamente sia il mapping statico 1:1 che il mapping (statico o dinamico) 1:molti. Attraverso questa tecnica, ad esempio, una piccola azienda con 50 postazioni e 4 server Internet può connettersi ad Internet utilizzando solo 5 indirizzi IP: uno per ciascuno dei quattro server e il quinto condiviso (1:molti) da tutte le postazioni della LAN. Il MultiNAT offre tutti i benefici standard del NAT: la sicurezza creata nascondendo gli indirizzi IP della LAN dietro ad un "muro" e la convenienza degli utenti di far mantenere il loro schema di indirizzi IP. Inoltre, grazie alla nuova versione del firmware, è possibile il "backup" della linea dedicata.
Netopia ha anche aumentato le capacità dei filtri interni. Ora, tutti i router della serie R, supportano fino a 255 filtri in qualsiasi combinazione di Input o Output, organizzati in otto filterset.

I prodotti Netopia sono distribuiti in Italia da:
Alias srl
Via Postumia, 21 33100 Udine
Tel: 0432/508958 Fax: 0432/508305
www.alias.it email: info@alias.it"

Passare da un'applicazione all'altra.
Una delle (poche) cose invidiabili a Windows è a mio avviso il Task Manager, ovvero il sistema che permette di visualizzare tutte le applicazioni aperte e/o di passare da una all'altra con semplici combinazioni di tasti. Uno shareware da 10 $ si ispira chiaramente al Task Manager di Windows, e può essere particolarmente comodo. Sto parlando di Program Switcher 5.0, completamente riscritto.
C'è da dire che anche il Mac OS ora offre una funzione simile, infatti utilizzando la combinazione di tasti Mela+Tab si può passare, anche se in modo non felice come fa Windows, da un programma aperto ad un altro, ma mi risulta che questa opzione va a dare noia a FileMaker Pro, infatti la stessa combinazione di tasti viene utilizzata dal noto database per passare da un record al successivo.
Se avete informazioni o riscontri a tal proposito scrivetemi.

Una sentenza per Italian Crackdown.
Chi armeggiava con i modem attorno al 1994, a quei tempi andavano in gran voga le BBS, ricorderà di certo un infausto evento chiamato "Italian Crackdown" e che vide molte banche dati amatoriali nel mirino della magistratura, con perquisizioni a tappeto, apparecchiature poste sotto sequestro e amministratori di sistemi spesso amatoriali nel panico più totale.
Le motivazioni che spinsero la magistratura a compiere queste retate furono dettate, almeno sulla carta, anche dal dubbio che le BBS fossero "spacciatori" di software pirata.
Tra i tanti a farne le spese l'associazione PeaceLink, ed in particolare Giovanni Pugliese, a quell'epoca coordinatore e responsabile dell'associazione, che solo ora si è visto assolvere dai reati che gli furono prescritti.
Di tutta questa vicenda ne parla un articolo di Apogeonline.

I disegnatori stiano tranquilli.
In una nota Cigraph informa che le applicazioni ArchiCAD 6.0, ArchiCAD 5.0, Radar/ch 4.55, cumTerra 2.0 e TopCad 2.5 non manifestano problemi con i G4, gli iMac DV e Mac OS 9.

Aggiornamento per Newton.
Una segnalazione interessante per i possessori di Newton che mi arriva da Michele di WebNewton:

"E' disponibile da oggi per tutti i fortunati possessori di Newton con System 2.1 un upgrade del sistema operativo.
Ovviamente non si tratta di un prodotto ufficiale, offerto cioé da Apple, che come tutti sappiamo ha chiuso da tempo il progetto Newton.
Il patch è opera di Paul Guyot e corregge un bug conosciuto come Date/Find agendo direttamente sull'applicazione Calendario.
Per maggiori informazioni su questo bug, consultate il sito di Avi Drissman a questo indirizzo : http://www.drissman.com/avi/newton/DatesFindBugfix/
Trovate tutte le altre informazioni ed il file da installare su WebNewton!
NEWTON LIVES!
Michele"

Messaggi di errore.
Una perla letta in giro, se non ricordo male su it.comp.macintosh, che vi riporto volentieri per chiudere con un po' di ironia e divertimento:

NUOVI MESSAGGI DI ERRORE DI WINDOWS 98

  1. Sbatti la fronte sulla tastiera per continuare
  2. Inserisci qualsiasi numero primo di 11 cifre per uscire
  3. Premi qualunque tasto per continuare o qualunque altro per uscire
  4. Premi qualunque tasto tranne l' help; no, No, NO, NON QUELLO!!
  5. Premi Ctrl-Alt-Del adesso per il test sul tuo quoziente di intelligenza
  6. Chiudi gli occhi e premi ESC tre volte
  7. Comando o nome di file errato! Vai in castigo nell'angolo
  8. Questo interrompera' la sessione di Windows. Vuoi fare un'altra partita?
  9. Messaggio di Windows: "Errore di salvataggio del file! Formattare il disco fisso adesso?"
  10. Per buttare giu' il sistema operativo scrivere "WIN"
  11. File non trovato. Me lo invento? (S/N)
  12. Runtime error 6D at 417A: 32CF: user incompetente
  13. WinErr 16547:LPT1 non trovata. Usare backup (CARTA&MATITA.SYS)
  14. User Error. Cambiare user
  15. Windows VirusScan 1.0- "Trovato Windows: Rimuoverlo? (S/N)

Mercoledì, 2 febbraio 2000

Sondaggio, statistiche e Luna Rossa.
Siete stati davvero bravi a partecipare numerosi al sondaggio (in fondo a questa pagina, della serie non è mai troppo tardi) e posso già stilare un primo esito provvisorio: una netta maggioranza di lettori apprezza questa cadenza di aggiornamento (ricordo che le news vengono aggiornate normalmente il lunedì, il mercoledì ed il venerdì, salvo edizioni straordinarie per eventi e aggiornamenti di particolare rilievo) e molti aggiungono pure che un aggiornamento a cadenza giornaliera sarebbe troppo impegnativo da seguire.
Il nuovo look sembra piacere, cominciano (pochi per ora ma simpatici) ad arrivare i primi suggerimenti per il nome del "losco figuro" e stanno anche arrivando preziosi suggerimenti su cosa fare di più o meglio, ed ovviamente cercherò di farne tesoro (nei limiti del possibile, ricordo che questo sito è gestito dal sottoscritto nel pochissimo tempo libero che spesso si riduce ad ore impossibili nella notte).
Naturalmente il sondaggio è ancora aperto, se volete contribuire trovate la form in fondo a questa pagina.
Ma arriviamo alle statistiche: il 2.000 si è fatto strada con un sensibile incremento degli accessi: piano piano queste pagine stanno raggiungendo una diffusione che a volte mi spaventa pure: le visite medie giornaliere in gennaio di Tevac sono salite da 374 a 440 (nelle ultime due settimane, sabato e domenica esclusi, raramente sono state meno di 500 al giorno) e sono aumentate anche le richieste di pagine, oltre 54.000 tutto il mese.
Segno evidente che queste pagine stanno godendo di un favore dei lettori sempre in crescita, e di questo non posso naturalmente che ringraziarvi tutti.

Inizia intanto, mentre sto scrivendo queste news, una nuova notte di passione.
E' vero che siamo un popolo di navigatori, o almeno così vuole la tradizione, ma in questi giorni i veri navigatori si scoprono la mattina, in autobus: commenti su orzate e strambate si sprecano, alcuni somigliano, almeno a parole, a dei veri lupi di mare con tanto di occhiaie ben segnate.
Luna Rossa nonostante le ore impossibili ai più delle dirette (ho provato a guardare una differita alle sette del mattino ma è veramente deludente) attira improbabili fanatici della vela come il sottoscritto, che di vela non ne capisce pressoché nulla ma che scoprono un divertimento ed un tifo impensati per questa sfida all'ultima bolina.
Dovrebbero farne un campionato, come la F1...

[AntiVirus] Ecco gli aggiornamenti per difendersi dai virus.
Rilasciati i consueti aggiornamenti mensili per i principali software antivirus in commercio, ovvero Virex e Norton Antivirus (link diretto per il download dei rispettivi aggiornamenti, 1,5 e 2,1 MB). Richiedono di avere, per entrambi i software, una versione superiore alla 5.
Una nota di un lettore su MacNN (sito che e' stato rinnovato graficamente proprio ieri e merita di farci un giro, N.d.R.) riporta Virex, contrariamente a quanto riportato nel readme dell'aggiornamento in questione, non rileverebbe le macrovirus di Word denominate W97/Class.ej.
Se avete altre notizie a tal proposito vi prego di scrivermi.

Nuovo firmware per Netopia serie R.
Rilasciato da Netopia il nuovo firmware versione 4.5 per i suoi router modelli R-xxx, più noto dei quali forse il modello R-3100 in due versioni, 12 o illimitati utenti.
Il nuovo firmware aggiunge nuove funzionalità, tra cui il Callback sia tramite ISDN integrata che con il modulo WAN V.90 ed un avanzato supporto per il Multi-NAT.
Aggiornare il firmware di un Netopia è semplicissimo: basta collegarsi all'apparecchio con una sessione Telnet o tramite console, andare alla voce "Utilities & Diagnostics" del menu principale e successivamente a "Trivial File Transfer Protocol (TFTP)", quindi inserire come "TFTP Server Name" "tftp.netopia.com" (oppure l'IP 163.176.4.10 se avete problemi di DNS) e alla voce "Firmware File Name" scrivere "nir45.bin". A questo bisogna solo portarsi sulla riga "GET ROUTER FIRMWARE FROM SERVER" e dare invio.
L'indicatore del download inizierà a contare i KB scaricati, ed alla fine il router comincerà ad aggiornare realmente il firmware e ciò sarà evidente dai led che brilleranno a mo' di albero di natale per una trentina di secondi circa, durante i quali è bene non disturbare l'apparecchio. Quando i led si saranno placati e normalizzati, si può verificare l'avvenuto aggiornamento riaprendo una sessione con lo stesso router: nella finestra principale la scritta in alto dovrà essere tipo "Netopia R...... v4.5".
Sulle nuove funzionalità del firmware e sui router Netopia e in generale se avete osservazioni o suggerimenti vi prego di scrivermi.

AirPort a marzo, intanto il software.
Apple ha rilasciato un aggiornamento del software Apple AirPort 1.1, per il rivoluzionario sistema di comunicazione wireless nato con iBook e ora opzionale su tutti i computer Apple successivi.
In Italia si mormora che sarà utilizzabile solo a Marzo, per i consueti problemi burocratici (si tratta di apparecchiature a radiofrequenza per le quali è prevista una non modesta tassa per l'utilizzo) con cui ormai siamo abituati a convivere, intanto consoliamoci software e driver (solo per sistemi operativi USA)...
Interessantissime alcune delle nuove caratteristiche implementate: possibilità di utilizzare più AirPort Base Station per creare un'unica rete wireless (wow!), possibilità di visualizzare lo stato del modem della Base Station e possibilità di offrire, da un computer dotato di AirPort, accesso alle risorse Internet ad altri computer, con la medesima dotazione.
Il nuovo software, installabile sulla Base Station tramite l'utility AirPort Admin, migliora inoltre il livello di sicurezza delle reti create permettendo l'accesso solamente ai computer dotati di dispositivo AirPort con ID (un equivalente del MAC sulle schede Ethernet) conosciuto, cosa che risolve molti dei dubbi sulla sicurezza delle reti create con questo nuovo sistema.
Non vedo l'ora che AirPort sia disponibile anche in Italia senza problemi: a casa mia in due (io e la mia dolce metà) ci dividiamo 4 Macintosh più varie periferiche, tutto in rete e collegato ad un router ISDN, e tutto in uno spazio minimo per via delle modeste dimensioni dell'appartamento.
Con AirPort, e senza dover tirare troppi cavi Ethernet, potrò usare il mio fido iBook dovunque: sul divano, a letto, sul balcone e, se occorresse, anche al bar sotto casa. :-)

Teac aggiorna il firmware.
Aggiornamento del firmware versione 1.0N per i masterizzatori Teac modelli CD-R58S, R56S-600, R56S-400, R55S.

CommuniGate cresce.
Stalker ha rilasciato una nuova versione Super-Symmetric Dynamic Cluster di CommuniGate Pro, server di posta elettronica che mi permetto di consigliare a chi deve affrontare questo argomento anche su reti medio-grandi. La facilità con cui lo si installa, configura e successivamente amministra via web è quasi sconcertante, ma ancor di più sconcertano le sue prestazioni e la sua stabilità.
Di CommuniGate Pro, fratello maggiore dell'ottimo CommuniGate per Mac OS, è disponibile una demo totalmente funzionante.

Messaggi per la rete.
Da Kanex Group arriva la nuova versione di MacPopUp 1.0, software per inviare e ricevere brevi messaggi istantanei da e per gli utenti di una rete, non necessariamente solo Mac. Questa applicazione shareware da 25$ permette di comunicare anche con utenti Windows e di vari sistemi Unix, e supporta gli Internet Address Detector, AppleScript, Drag-and-Drop e menu contestuali.

Conoscere estensioni e controlli.
Grazie a Extension Overload 4.8 di Ten Chou Ming, shareware da 20 $, è possibile conoscere significati e utilità di una marea di estensioni e pannelli di controllo, non solo Apple ma anche di terze parti, che popolano le cartelle sistema e che a volte sono causa di problemucci e conflitti.

Prosegue lo sviluppo di Eudora Pro.
Nuova versione beta per Eudora Pro 4.3b20 (link per il download, quasi 8 MB). La nuova versione ricordo sarà utilizzabile in tre modalità: completamente free ma con funzionalità limitate, totalmente funzionante gratuita ma con banner pubblicitari, totalmente funzionante a pagamento.
La versione beta funziona solamente nella seconda modalità, e per chi vuole conoscere meglio le sue caratteristiche segnalo l'ottima pagina su Eudora 4.3 di Gabriele Caniglia su MacProf.

Disavventure con TIM.
A raccontarmi le sue avventure con la "grande famiglia" Telecom Italia questa volta è Fabrizio, che ringrazio molto:

"Visto che sul tuo sito si parla spesso di soprusi da parte della famiglia Telecom (TIM e Tin.it) mi è sembrato giusto inviarti il resoconto della mia avventura con il club TIM. Per fortuna un'avventura a lieto fine, ma solo grazie alla mia testardaggine.
Nel dicembre 97 sottoscrivo un abbonamento con la TIM.
Nell'estate scorsa decido di passare ad altro gestore ed invio, in data 24 agosto, una raccomandata A/R di disdetta, come previsto dal regolamento. Il 21 settembre mi arriva una lettera con cui la TIM mi dice: abbiamo chiuso la sua linea il 6 settembre; ora lei deve pagarci subito l'ultima bolletta (che conterrà gli scatti effettuati più la tassa di concessione governativa per settembre e ottobre) dopodiché, fra quattro mesi, le manderemo un assegno per restituirle l'anticipo conversazioni versato nel '97 (100mila lire) e la tassa di concessione governativa per settembre e ottobre (20mila lire).
In pratica:
1) avrei dovuto pagare una tassa di concessione governativa per un servizio di cui non ho usufruito;
2) avrei dovuto pagare una bolletta nonostante la TIM avesse nelle sue casse 100mila lire da me versate due anni prima (e se chiedessi gli interessi?).
Puntuale, il 5 ottobre mi arriva la bolletta con cui mi vengono addebitate 112mila lire per scatti effettuati e 20mila lire di tassa di concessione governativa. Totale: 132mila lire da pagare entro una settimana, laddove io ne dovrei realmente versare alla TIM solo 12mila (detratti l'anticipo conversazioni e la tassa illegittimamente richiesta).
Chiamo il 119 (Servizio clienti) e gli spiego il tutto. Loro mi dicono che intanto devo pagare, poi si vedrà. Io annuncio che non vedranno una lira. Mi minacciano di esecuzione coatta. Gli sbatto il telefono in faccia.
A dicembre mi arriva un sollecito di pagamento che cestino al volo. Il 28 e 29 gennaio la sorpresa: con due lettere distinte (!?) mi vengono rimborsati e contemporaneamente "confiscati" l'anticipo conversazioni e la tassa di concessione governativa per un totale di 120mila lire.
Ma, udite udite, TIM rinuncia ad avere le 12mila lire di cui sono debitore.
Stupidi due volte: nel richiedermi una somma non dovuta (le 132mila lire) e nel non riscuotere una somma che, in fin dei conti, io dovevo realmente pagare (le 12mila).
La loro pubblicità dice: "TIM, vivere senza confini". Soprattutto nella decenza.
Fabrizio "

Windows NT ancora alle prese con il bug del 2000?
Su MacWindows una nota di Peter Andrews riporta che Windows NT, con installato il Service Pack 6a e i Services for Macintosh, presenterebbe degli strani problemi con le date che ricordano il Millennium Bug. Peter scrive che salvando un file da un editor di testi sul volume Mac di NT, visto da un client Mac lo stesso file riporterebbe un anno di creazione come il 1924, il 1945 o il 1949. La data corretta verrebbe visualizzata solamente utilizzando Internet Explorer.
Appena mi capita un NT davanti nelle stessa situazione faccio una verifica, se nel frattempo qualcuno ha altre informazioni in merito mi scriva.

Tutto sul Porto.
Visto che si parla tanto di vela, parliamo anche di Porto, ma non quello dove ci sono le imbarcazioni bensì il famoso vino portoghese. Visto che sono di origine veneta perciò sensibile a questi argomenti, oltre che essere diventato un provetto velista in una settimana o poco più, vi riporto pari pari questa news che mi è arrivata grazie alla mailing-list di Active:

"Sapere tutto sul Porto
Visto che siamo in tema di navigazione e di regate, ecco delle pagine per chi vuol sapere tutto sul Porto.
Si parla di quel famoso vino prodotto nella valle del Douro in Portogallo e se ne racconta la storia, si raccomanda come berlo e come conservarlo.
Sono elencati i produttori di questo vino e vengono dati suggerimenti su come imparare a gustarlo ed apprezzarlo."

VGS e iMac DV possono funzionare?
Mi scrive Andrea, che ringrazio, in merito alla news pubblicata di recente con cui si facevano notare problemi di convivenza tra il software di emulazione della PlayStation, Virtual Game Station di Connectix, ed i recenti iMac DV.
Nel suo caso tutto sembra funzionare abbastanza bene, e sono contento di poterlo pubblicare:

"Ciao Roberto, ti scrivo per informarti riguardo la notizia che hai riportato riguardo la presunta incompatibilità tra VGS e iMac DV.
Io ho un iMac DV 400 verde con montato sopra il Mac OS 9 e tutto mi funziona + o - alla perfezione, a parte qualche problema con i cd graffiati...
Attualmente uso la versione 1.0 modded (per ovvi motivi), il Mac OS 9 resedittato (modificato con Resedit) alla versione usa..... memoria assegnata 9115 KB.
Per il fatto del + o - intendo che ogni tanto mi si congela il gioco per un istante e poi prosegue normalmente, per il resto a parte questo piccolo problemino va tutto bene. All'inizio anch'io però ho avuto un sacco di problemi per farlo funzionare, avevo creduto che non funzionasse sotto il Mac OS 9, ma poi ho rifatto l'installazione base con i driver ATI e l'update consigliato (sempre per i driver) ed adesso va tutto bene...
Per ora mi sto spaccando la testa con Moto Race....
Ciao ciao
Andrea"

Un PowerBook G4 400 con processore IBM?
Antonio Pappalardo su MacArt parla di indiscrezioni, pubblicate su MacNN, di un prototipo di Pismo (nome in codice di quello che dovrebbe essere il nuovo PowerBook) con processore G4 a 400 MHz realizzato (il processore) da IBM.